Seconda edizione “Luce Nuova sui fatti”: parla l’ideatore e conduttore Gaetano Alaimo

NewTuscia – VITERBO – E’ in dirittura d’arrivo l’organizzazione della seconda edizione di “Luce Nuova sui fatti”. Come anticipato andremo a conoscere passo dopo passo tutte le novità della trasmissione che, alla sua prima uscita, ha fatto registrare un audience record per una emittente che parte da Viterbo, Tele Lazio Nord e, ora, è visibile in tutto il Lazio ai canali 94, 629 e 848 del Digitale terrestre.

Per saperne di più abbiamo intervistato l’ideatore e conduttore di “Luce Nuova sui fatti”, Gaetano Alaimo, e, nei prossimi giorni, sentiremo anche gli altri protagonisti della trasmissione settimanale di approfondimento tematico in onda ogni giovedì dalle 21 alle 22.30.

Gaetano Alaimo, siamo a poche settimane dal via della seconda edizione di “Luce Nuova sui fatti”. Possiamo riassumere le novità?

“Ben trovati. In questo momento posso dare alcune indicazioni di massima: solo nelle prossime settimane definiremo la squadra definitiva e ne daremo notizia. Confermata Arianna Cigni come conduttrice che mi affiancherà anche per la seconda edizione: è un punto irrinunciabile del programma. Farà le puntate di cronaca e cultura e sarà il riferimento anche delle rubriche di altri collaboratori per questi due ambiti informativi. La novità assoluta di questa seconda edizione, parlando di nuovi volti, sarà Alessia Mancini, che parteciperà come unico volto femminile all’altra novità di questa seconda edizione, “Il Lazio degli Eventi”. Alessia farà le interviste del programma a marchio Luce Nuova sui fatti che promuoverà le bellezze, gli eventi, siti e le attività a valenza turistica della Tuscia e del Lazio. Wanda Cherubini, giornalista e direttore di Tusciatimes, da opinionista fissa avrà ora uno spazio fisso tutto suo dedicato al sociale: la rubrica mensile “Together”, mentre altra novità sarà la rubrica fissa mensile di cultura fatta da Emanuela Ferruzzi e dal titolo “Aut aut”. Per il resto avremo tantissime rubriche più brevi dedicate all’approfondimento di altri settori: per i dettagli abbiate solo un po’ di pazienza! Sarà una trasmissione di target regionale per il Lazio ma con argomenti validi anche a livello nazionale. Posso aggiungere che avremo una parte social e per gli spettatori fissa e stiamo testando una gestione interattiva del programma…”.

Cosa ricorda con più gioia della prima edizione e cosa con maggiore “apprensione”?

“Sono tanti i bei ricordi. In primis mi viene in mente l’affiatamento che si è creato spontaneamente tra tutto lo staff della trasmissione, dai conduttori ai collaboratori, e con la direzione ed i tecnici di Tele Lazio Nord. Solo così è possibile lavorare per mesi in modo efficiente ed armonioso. E ne approfitto per ringraziare ancora tutti quanti. Insieme a ciò aggiungerei l’emozione per le storie che abbiamo portato in Tv, da quelle di cronaca parlando di casi difficili come le persone scomparse e i casi di nera, ma anche i risultati ottenuti come lo scivolo per disabili a Porta Romana a Viterbo dopo che facemmo una puntata sulle barriere architettoniche. I momenti difficili sono stati principalmente sui tempi per organizzare le puntate, spesso troppo brevi, e i colpi di scena dell’ultimo minuto con ospiti (pochi per la verità) che non potevano venire in studio o avevano problemi di collegamento. Il savoir faire di anni di giornalismo, in questi casi, mi ha salvato!”

Cosa si aspetta da questa seconda edizione di “Luce Nuova sui fatti” e come state lavorando?

“Sarei bugiardo se dicessi che fare il bis già mi basta. Stiamo lavorando praticamente dal minuto successivo alla fine della prima edizione per avere una seconda edizione con ascolti nettamente più alti e una squadra più ampia e coordinata. Come dico sempre pagano solo il lavoro con sacrificio, l’umiltà e fare contare il gruppo e non il singolo. Alle volte posso sembrare antipatico e ripetitivo nelle prove, ma non mi stancherò mai di ripetere la metafora calcistica per cui io mi ritengo un allenatore alla Mancini che preferisce un gruppo compatto e che si rispetta, anche senza i campioni di un tempo, ma che arriva a vincere gli Europei: da noi non c’è spazio per i fenomeni ma che non si allenano e fanno come vogliono. Si vince tutti insieme”.

A chi si sente di dire grazie per ciò che sta facendo?

“Su tutti ai tele e web spettatori che in migliaia ci hanno seguito da gennaio a giugno. Senza di loro non avremmo potuto neanche pensare di fare la seconda edizione. Quindi tutti i collaboratori, lo staff di Tele Lazio Nord e gli ospiti che, come detto, quasi mai sono mancati all’appuntamento”.


Dovendo sintetizzare la seconda edizione di “Luce Nuova sui fatti” può dirci come sarà?

“Ci sarà vero approfondimento giornalistico nei principali settori informativi, interattività ed approccio social. Integreremo Web, Social e Tv per dare un’informazione orizzontale, partecipativa e moderna. Avremo confronti su temi di largo respiro anche da territori a noi vicini come la Toscana e l’Umbria ed eviteremo, come sempre, ogni sensazionalismo per … dare una luce nuova sui fatti. E’ la nostra missione, saranno i web e tele spettatori a dirci, a giugno 2022, se ci saremo riusciti”.

“Luce Nuova sui fatti” andrà in onda dalla seconda metà di settembre ogni giovedì alle 21 in diretta su Tele Lazio Nord (canali 94 e 848 Dtt, ora visibile da tutto il Lazio), sulle pagine facebook di NewTuscia.it, Luce Nuova sui fatti di NewTuscia.it-TLN, Viterbonews24.it, Tusciatimes, Lafune, Lacittanews e sul circuito TLN.
Per informazioni e partecipare: 340/9409572lucenuovasuifattitln@libero.it.