3 spettacoli da non perdere sotto le stelle di Piazza San Lorenzo

Massimo Popolizio con Stefano Saletti, Barbara Eramo e Pejman Tadayon, Enrico Capuano e la Tammurriatarock, Teatro Valmisa

30 luglio, 1 e 2 agosto ore 21

NewTuscia – VITERBO – Spettacoli sotto le stelle, rassegna di appuntamenti organizzati dal Comune di Viterbo – Assessorato cultura e Turismo – in collaborazione con ATCL, Circuito multidisciplinare riconosciuto da Ministero della Cultura e dalla Regione Lazio, propone 3 appuntamenti nella splendida piazza di San Lorenzo dal 30 luglio al 2 agosto, sempre alle ore 21.

Si inizia con il coinvolgente concerto di Enrico Capuano, considerato il capostipite del folk rock italiano dal 1980, e La Tammurriatarock, venerdì 30 luglio. Il rock, la tarantella, la tammurriata con alcuni omaggi alla canzone italiana d’autore sono gli ingredienti per uno spettacolo esplosivo dove il racconto e l’improvvisazione diventano il focus di un gioco sonoro gradevole e coinvolgente grazie alla bravura dei musicisti della band. Lo spettacolo ha un respiro internazionale. La Tammurriatarock è stata premiata in Canada come migliore folk rock band europea. Oltre ad Enrico Capuano sul palco ci saranno Dunia Molina voce, Daniele Iacono batteria, Roberto Lo Monaco al basso, Giacomo Anselmi chitarre e Caterina Bianco al violino.

Domenica 1 agosto, il Teatro Valmisa presenta WHO IS ME, lettura interpretata da Lucia Bendia e al violoncello Livia de Romanis, tratto dall’opera autobiografica mai del tutto completata di Pasolini: Il Poeta delle Ceneri. Scritta nell’estate del ‘66, più volte ripreso da Pasolini e poi pubblicata postumo nel 1980 a cura di Enzo Siciliano, questo testo venne probabilmente concepito da Pasolini come una presentazione di sé e del proprio lavoro ad un ipotetico intervistatore americano e proprio per questo il titolo pensato in origine doveva essere Who is me. Nasce così un’opera in cui Pasolini ha occasione di raccontarsi secondo la sua prospettiva, il suo sentire e la sua poetica. Il risultato è un «poema bio-bibliografico» come lui stesso lo definisce. Sul finire, tuttavia, dopo aver parlato del suo passato, per Pasolini arriva il momento di parlare di attualità e dopo aver trattato dei progetti futuri questo “poema” non può che chiudersi con un’icastica dichiarazione di poetica, quasi un manifesto di una sensibilità che non era ancora stata del tutto espressa. WHO IS ME, da un’idea di Elia Castello e la regia di Marco Nateri, si avvale anche di immagini cinematografiche e di repertorio per offrire allo spettatore un pop up del vissuto privato e dell’esperienza creativa del “poeta delle ceneri”.

Lunedì 2 agosto, una serata magica che trasporterà il pubblico tra le pagine più belle e famose dell’Eneide sui ritmi della musica mediterranea. Dal secondo libro nasce LA CADUTA DI TROIA, ne è interprete Massimo Popolizio, voce magnetica e inconfondibile, tra gli attori più importanti del panorama nazionale. Il tema è quello dell’inganno. L’immenso cavallo, dono dei Greci, viene trasportato nelle mura di Troia, ma si trasformerà per i troiani in una macchina di morte e distruzione. Alla corte di Didone, Enea narra, descrivendo con “indicibile dolore “, quella notte di violenza e di orrore. Le parole di Virgilio sembrano uno storyboard, una sorta di sceneggiatura ante litteram e “attraverso quelle parole – dice Popolizio – cercherò di creare vere e proprie immagini, di far vedere ciò che è scritto”. Le musiche, realizzate da Stefano Saletti e Barbara Eramo, sono arricchite dalla presenza del musicista iraniano Pejman Tadayon che suona il kemence, il daf e il ney, antichi ed evocativi strumenti della tradizione persiana. Le lingue cantate sono il ladino, l’aramaico, l’ebraico e il sabir, antica lingua del Mediterraneo. Saletti usa strumenti come l’oud, il bouzouki e il bodhran per risaltare le atmosfere animate da Massimo Popolizio e dalla voce limpida di Barbara Eramo che si muove tra melismi e scale di derivazione mediorientale. Una vera e propria “partitura” che fa di questa pièce un’operina a sé, dove la voce di Popolizio si fa corpo e materia.

 

Programma:

30 luglio ore 21

ENRICO CAPUANO E LA TAMMURRIATAROCK in concerto

 

1 agosto ore 21.00

WHO IS ME

da “Il poeta delle ceneri” di Pier Paolo Pasolini

Attrice: Lucia Bendia

Violoncellista: Livia de Romanis

da un’idea di Elia Castello

Regia: Marco Nateri

Produzione Teatro Valmisa Soc. Coop.

 

2 agosto ore 21.00

LA CADUTA DI TROIA

Dal Libro II dell’Eneide di Virgilio

Interpretazione Massimo Popolizio

Musiche eseguite dal vivo da Stefano Saletti e Barbara Eramo

Produzione Compagnia Orsini

Biglietto unico: 10 € intero – 8 € ridotto

Per informazioni e orari biglietteria
Tel. 388 950 6826
E-mail teatrounioneviterbo@gmail.com

www.teatrounioneviterbo.it