Regione Lazio: 11 milioni di buoni servizio per le persone non autosufficienti

TRONCARELLI: “AUMENTANDO LE RISORSE, PUNTIAMO AD ALLARGARE LA PLATEA DEI BENEFICIARI E SODDISFARE LE NUMEROSE RICHIESTE PERVENUTE”

NewTuscia – ROMA – La Regione Lazio stanzia ulteriori 5 milioni di euro a sostegno dell’Avviso per l’erogazione di Buoni Servizio finalizzati ai servizi di assistenza per le persone non autosufficienti nel territorio della Regione Lazio. Pertanto le disponibilità per l’Avviso ammontano complessivamente a 11 milioni di euro. A darne notizia è l’Assessore alle Politiche Sociali, Welfare, Beni Comuni e ASP Alessandra Troncarelli.

L’erogazione dei Buoni Servizio è stata prevista mediante l’Avviso reperibile all’indirizzo https://www.efamilysg.it/. A poter usufruire dell’intervento sono coloro che si prendono cura di familiari non autosufficienti e l’ammontare massimo del Buono servizio è di 700 euro mensili per un totale di 12 mensilità.

“Abbiamo deciso di incrementare le risorse per far fronte alle tante domande pervenute, situazione che testimonia come il provvedimento si sia rivelato un efficace strumento di aiuto e supporto per i cittadini – spiega l’assessore alle Politiche Sociali, Welfare ed Beni Comuni e Asp, Alessandra Troncarelli -. Aumentando il budget, puntiamo ad allargare la platea dei beneficiari per soddisfare le richieste e non lasciare nessuno indietro”. “Con questa misura, in favore di quanti si prendono cura di persone non autosufficienti per il pagamento delle spese relative ai servizi di assistenza socio-sanitaria, intendiamo fornire prestazioni integrative e non sostitutive dei servizi già attivati nei territori, incrementando e migliorando l’offerta degli interventi rivolti a persone con limitazioni dell’autonomia. In egual modo, inoltre, supportiamo coloro che assistono i più fragili garantendo la possibilità di conciliare gli impegni quotidiani e lavorativi con l’aiuto alla persona accudita”.

I Buoni Servizio sono spendibili per accedere alle seguenti prestazioni:

– assistenza domiciliare, con l’esclusione di attività sanitaria, erogata da enti accreditati;

– centri diurni socio assistenziali autorizzati e servizi semiresidenziali autorizzati;

– assistente familiare, con la/il quale è stato sottoscritto un regolare contratto di lavoro.

Il contributo può essere utilizzato, per il pagamento delle spese sostenute relative ai servizi sopra descritti, a partire dal mese di Gennaio 2021. La persona non autosufficiente, destinataria del servizio, deve essere residente in uno dei comuni della Regione Lazio; il richiedente del contributo deve essere residente o domiciliato nel territorio regionale; entrambi devono essere in possesso dei requisiti specificati nell’Avviso.

La domanda di partecipazione può essere presentata esclusivamente online, accedendo all’apposita piattaforma efamily al seguente indirizzo http://buoniservizio.efamilysg.it/, a partire dalle ore 12:00 del 3 maggio 2021 ed entro le ore 23:59 del 30 novembre 2021. Per usufruire dei Buoni Servizio, gli enti accreditati, i centri diurni e i servizi semiresidenziali devono essere registrati alla piattaforma efamily al seguente indirizzo https://buoniservizio.efamilysg.it/, a partire dalle ore 12:00 del giorno 3 maggio 2021.

La nota con la comunicazione dell’incremento delle risorse è reperibile al seguente link https://www.efamilysg.it/buoni-servizio-non-autosufficienza/avviso-pubblico.html