Omicidio Fedeli, Pang pronto a ricorrere in appello

NewTuscia – VITERBO – E’ stato fissato dopo la pausa estiva il processo di appello con cui il 23enne Michael Aaron Pang spera di ottenere uno sconto della pena. Il giovane grafico pubblicitario reo confesso dell’omicidio del commerciante Norveo Fedeli il cui corpo era stato rinvenuto nella sua jeanseria in via San Luca il 3 maggio 2019, è stato condannato in primo grado a 25 anni e mezzo di reclusione per omicidio a scopo di rapina.

A Mammagialla  da più di due anni comparirà il prossimo 16 settembre davanti ai giudici di secondo grado per chiedere che che venga meno l’aggravante del furto.

Pang, arrestato il giorno successivo al delitto in un b&b di Capodimonte, nonostante abbia da subito ammesso l’omicidio ha sempre negato il movente della rapina, come invece sosteneva l’accusa. Le telecamere di videosorveglianza avevano infatti inquadrato il 23enne che scappava dal negozio con 600 euro di vestiti in una busta.

Per il legale della difesa si sarebbe invece trattato di legittima difesa: il negoziante lo avrebbe aggredito dopo che per l’ennesima volta in tre giorni la carta con cui il giovane cercava di saldare il conto veniva rifiutata.