Ecosantagata, conto alla rovescia per la finale

NewTuscia – CIVITA CASTELLANA – In casa Ecosantagata Civita Castellana cresce l’attesa per la finale playoff, l’ultimo atto di una straordinaria cavalcata che ha visto i ragazzi di coach Stefano Beltrame superare una alla volta Lazio, Fenice Roma e Pontedera, fino ad arrivare alla sfida che determinerà la promozione in serie A3.

Avversaria dell’Ecosantagata è la Tya Marigliano, formazione della provincia di Napoli qualificata alle finali per effetto della classifica avulsa dei playoff, come migliore squadra tra quelle eliminate in semifinale.

La gara d’andata si giocherà domani sera alle 19,30 a Marigliano. Il ritorno sabato 19 giugno al Palasmargiassi, con accesso consentito a un numero limitato di spettatori. In caso di punteggio pari tra le due squadre al termine di gara-2, si giocherà immediatamente il golden set.

“Il Marigliano è una squadra tosta, molto unita e compatta – dice coach Beltrame -. Tra le formazioni che abbiamo già affrontato, ha caratteristiche simili alla Lazio come carattere, ma con individualità di spicco. I suoi punti forti sono un opposto di categoria superiore, ottimi centrali e uno schiacciatore molto bravo”.

Quale la ricetta per batterli? “Tanta difesa, organizzazione e pazienza – risponde il mister -. Non bisogna avere fretta di chiudere subito il punto e restare sempre compatti quando attaccano loro”.

In casa Ecosantagata c’è comunque fiducia in vista del grande appuntamento. Beltrame è convinto che la squadra sia andata in crescendo durante gli spareggi e i risultati ottenuti lo dimostrano. “Il Pontedera forse non era al meglio della forma – commenta – ma noi siamo migliorati partita dopo partita a livello sia fisico che mentale. L’obiettivo è mantenere questa concentrazione. Per qualche giocatore è la prima finale della carriera a questi livelli e forse ci sarà un po’ d’emozione, ma per il momento vedo solo atteggiamenti positivi e tanta voglia di fare bene”.

L’Ecosantagata affronterà la trasferta in Campania con il roster al completo. Confermato, naturalmente, anche il palleggiatore Giacomo Leoni, che aveva già affrontato il match di Pontedera stringendo i denti e ora ha avuto una settimana in più per recuperare dall’infortunio alla caviglia.