Esce, per AG Book Publishing, Giorgione di Sara Marullo, con le illustrazioni di Lucia Bricco

NewTuscia – Da una storia vera, il racconto di un’amicizia speciale.

Pietro non ha nessuna voglia di andare in vacanza in montagna. Da quando è partito dalla città con i suoi genitori, si è chiuso in se stesso. Ha sperato fino all’ultimo che il suo migliore amico lo accompagnasse, anziché passare le vacanze con i cuginetti al mare. Ma in paese Pietro incontra per caso un cane. Una montagna di peli bianchi che troneggia in mezzo alla piazza, talmente grande da poter essere scambiato per un piccolo cavallo. Il suo nome è Giorgione, un cane di tutti e di nessuno. Insieme vivono tante avventure e Pietro si convince via via che il suo nuovo e caro amico andrà a casa, in città, insieme a lui. Ma è davvero questo ciò che vuole Giorgione? Pietro lo scoprirà al momento della partenza e imparerà dalla loro amicizia un’importante lezione di vita.

Sara Marullo si è laureata in Lettere (indirizzo demo-etno-antropologico), con una tesi in Storia delle religioni, presso l’Università La Sapienza di Roma, dove ha conseguito anche un master in Progettazione Complessa e Corporate Citizenship.

Ha lavorato e collaborato con diverse organizzazioni umanitarie quali Arci, Unicef, Vis, Legambiente, Caritas e Intersos, e con il Ministero degli Esteri, ricoprendo ruoli manageriali in progetti di Cooperazione Internazionale e trascorrendo lunghi periodi all’estero, in Paesi come l’Albania, la Macedonia e il Messico.

Nel corso del suo lavoro ha condotto, progettato e coordinato diversi laboratori di narrazione creativa e teatrali per bambini a scuola e nei campi profughi, oltre che in carcere con i detenuti, minori e non, negli istituti penitenziari romani: Minorile di Casal del Marmo, Regina Coeli e Rebibbia.

Ha scritto diversi racconti per bambini, tra i quali TombolinoInsieme a Tombolino, La nuvola di Bubù (anche in versione inglese, Bubu’s Cloud) e Il Gigante Dormiglione, con cui ha realizzato un cortometraggio selezionato dall’agenzia AGIS ANEC Lazio e proiettato durante le Notti di Cinema a Piazza Vittorio a Roma nell’estate 2017.

Ha scritto, inoltre, per la rivista dell’Unicef Italia Il Mondo Domani e Schermaglie CinemaInoltre.

Dal settembre 2017 è presidente dell’associazione Amici del Parco Carlo Felice APS che ha adottato ufficialmente il Parco di Viale Carlo Felice a Roma, tre ettari di verde completamente abbandonati, lungo uno dei tratti più originali delle Mura Aureliane nei pressi della Basilica di San Giovanni. La APS non solo si occupa della manutenzione del parco ma organizza anche eventi culturali all’interno come concerti, spettacoli teatrali, animazione per bambini, e realizza progetti con le scuole.

Il figlio di Sara, Pietro, è il protagonista della maggior parte delle sue storie.