Besea acciuffa la Paganese: in terra campana la Viterbese pareggia 1-1

NewTuscia – VITERBO / Il racconto del match tra Paganese e Viterbese.

Neanche il tempo di gioire per la vittoria contro il Palermo che la Viterbese è di nuovo in campo nel match infrasettimanale contro la Paganese. Dopo un avvio tormentato, i campani hanno ripreso a correre e sono imbattuti nel proprio campo da 4 partite.
I gialloblù si presentano con un look nuovo soprattutto sugli esterni: sulla fascia destra Taurino opta per la catena Bianchi-Bezziccheri, giocatori che fanno della fase difensiva e il lavoro senza palla, la loro arma migliore. Dall’altra parte torna Falbo titolare, non accadeva dalla sfida casalinga contro il Foggia, Novembre 2020. Davanti il solito Murilo, voglioso di riscattarsi dopo il rigore sbagliato contro il Palermo.

Nonostante l’invito alla massima concentrazione da parte di mister Taurino, la squadra parte male, forse sorpresa dalla grande aggressività della Paganese che viene a prendere molto alta i gialloblù, non lasciandogli libertà di palleggio.
All’ottavo minuto Rossi e compagni sono già sotto: incomprensione clamorosa tra Camilleri e Daga, il portiere esce in ritardo su Guadagni che lo anticipa e viene steso dal portiere ex Cagliari: rigore per i bianco-blù e vantaggio casalingo, autore Abou Diop, vecchia conoscenza viterbese.
I gialloblù soffrono e non riescono ad uscire dalla propria metà campo, costruendo poche azioni degne di note se non una bella punizione di Murilo parata dal portiere avversario al 25′. A sfiorare il raddoppio è piuttosto la Paganese che al 37′ centra il palo su calcio d’angolo, dopo un’altra dormita dei giocatori in area, in primis Daga che non tenta neanche l’uscita.
In questa stagione però i gialloblù sono in credito con la fortuna ed in parte la riscattano un minuto dopo: Besea fa partire un destro senza pretese che, deviato da Sbampato, si insacca in porta con Baiocco proteso nella direzione opposta.
Al riposo si va dunque sul punteggio di 1-1.

La ripresa inizia con un cambio: fuori Bianchi, davvero disorientato sulla fascia di riferimento, dentro De Santis, dopo un mercato invernale che sembrava orientarlo verso altri lidi.
Nella prima mezz’ora del secondo tempo non succede nulla e il primo sussulto arrivo al 75′: Sirignano sgomita ai danni di Murilo e viene ammonito per la seconda volta, Paganese in 10 uomini a quindici minuti dalla fine.
Purtroppo però, la Viterbese non riesce a sfruttare questo vantaggio e torna nella città dei Papi con un punticino che fa classifica.

TABELLINO

PAGANESE (3-5-2): Baiocco; Cicagna, Sbampato (46′ Schiavino), Sirignano; Bramati (46′ Bonavolontà), Guadagni (74′ Scarpa), Antezza, Zanini (86′ Gaeta), Squillace (58′ Carotenuto); Diop, Raffini
A disposizione: Bovenzi, Fasan, Carotenuto, Curci, Esposito, Schiavino, Bonavolontà, Gaeta, Scarpa, Mendicino
Allenatore: Raffaele Di Napoli
VITERBESE (4-3-3): Daga; Bianchi (46′ De Santis), Markic, Camilleri, Falbo (74′ Urso); Adopo, Besea (74′ Sibilia), Salandria; Murilo, Rossi (86′ Porru), Bezziccheri (82′ Simonelli)
A disposizione: Bisogno, Mbende, Porru, Ricci, De Santis, Menghi E., Sibilia, Urso, Zanon, Menghi M., Simonelli
Allenatore: Roberto Taurino
MARCATORI: 8′ Diop (P), 38′ Besea (V)
AMMONIZIONI: Antezza (P), Bianchi (V), Urso (V, dalla panchina), Scarpa (P, dalla panchina) Sirignano (X2, espulso al 75′, P), Falbo (V), Markic (V)
ARBITRO: Carlo Rinaldi di Bassano del Grappa
1° ASSISTENTE: Davide Santarossa di Pordenone
2° ASSISTENTE: Marco Matteo Barberis di Collegno
QUARTO UOMO: Ermes Fabrizio Cavaliere di Paola