Cisl Fp Latina sulle trattative sindacali tenute presso il Comune di Sezze

NewTuscia – LATINA – Riceviamo e pubblichiamo.

Nei giorni scorsi sono apparsi sugli organi di stampa articoli nei quali è stata citata la nostra organizzazione sindacale in merito alle trattative sindacali tenute presso il Comune di Sezze. Riteniamo necessario, anche per le evidenti inesattezze, a nostro giudizio, riportate, fare chiarezza su quanto effettivamente accaduto.

L’8 febbraio scorso si è tenuta la delegazione trattante del Comune di Sezze nella quale sono stati approvati da tutte le organizzazioni sindacali e dalla RSU i regolamenti per i criteri necessari all’erogazione dell’indennità per le specifiche responsabilità e per la corresponsione degli incentivi legati all’evasione tributaria, nonché l’accordo provvisorio per la ripartizione del fondo del salario accessorio per l’anno 2021, che è uno dei primi accordi sottoscritti negli enti del territorio provinciale di Latina.

Nei giorni seguenti l’amministrazione ha inviato alle organizzazioni sindacali una mail nella quale allegava un proprio comunicato stampa che testualmente citava che “ ……. si resta in attesa di un Vostro riscontro per inoltrare il comunicato ai dipendenti e alla stampa”, non chiedendo quindi alcuna condivisione alle rappresentanze sindacali ma solo ed esclusivamente l’eventuale giudizio sulle eventuali difformità su quanto dichiarato nel comunicato. Le organizzazioni sindacali, compresa la CISL FP di Latina, hanno espresso la volontà di non condividere unitariamente al Comune di Sezze il comunicato stampa a loro inviato. Nei giorni seguenti la CISL FP di Latina ha inviato un proprio comunicato stampa riportando fedelmente il contenuto dell’accordo dell’8 febbraio e l’auspicio di arrivare nel più breve tempo possibile ad un nuovo piano assunzionale, da attuare ovviamente dall’amministrazione, al fine di incrementare l’attuale dotazione organica che, a causa della quiescenza di molti dipendenti negli ultimi anni, si è notevolmente ridotta, come peraltro avvenuto e sta continuando ad avvenire in tutte le amministrazioni comunali.

Nessuna informativa né tanto meno confronto sono stati attivati fino ad oggi dal Comune di Sezze con le rappresentanze sindacali sulla nuova dotazione organica, ma siamo pronti, senza alcuna preclusione di sorta, a condividere un percorso con l’amministrazione anche su questi temi, anzi lo auspichiamo vivamente, sempre se lo riterrà utile, dato che tali materie non sono ricomprese tra gli obblighi di relazioni sindacali presenti nel vigente contratto nazionale delle funzioni locali.

E’ altrettanto ovvio che vigileremo attentamente sulle eventuali ricadute per le scelte che sono state o che saranno attuate dall’ente, soprattutto se avranno ripercussioni sul salario accessorio delle posizioni organizzative e del personale non dirigente.

E’ comunque altresì innegabile che in pochi mesi si siano raggiunti importanti accordi per il personale comunale, non dimentichiamoci anche quello di dicembre per la ripartizione del fondo del salario accessorio del 2020, al contrario di quanto accaduto negli ultimi anni per i gravi ritardi accumulati.

Quindi rigettiamo al mittente chi ha potuto solo pensare che il nostro precedente comunicato potesse essere un falso, anzi ribadiamo la sua correttezza ribadendo, a nostro parere, che eventuali ulteriori dichiarazioni debbano essere fatte solo da chi abbia effettivamente partecipato alla riunione di delegazione trattante.