È ufficiale: Francesco Battistoni nominato dal Consiglio dei Ministri sottosegretario all’agricoltura. Nell’articolo tutti i sottosegretari del Governo Draghi

NewTuscia – È ufficiale: Francesco Battistoni è appena stato nominato dal Consiglio dei Ministri sottosegretario all’agricoltura del Governo Draghi.

Una grande emozione, una giornata infinita, tesissima, ma alla fine è arrivato uno straordinario risultato. Per Viterbo, per la provincia, per l’intero territorio, ma soprattutto per Francesco. Un amico che viene dalla gavetta, che ha fatto il consigliere comunale, il sindaco, il consigliere provinciale, l’assessore regionale ed il senatore.

Oggi è al Governo dell’Italia. Buon lavoro, ci sarà da pedalare…

Andrea Di Sorte

  • – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –

Trentanove poltrone, 11 al Movimento 5 stelle, 9 alla Lega, 6 a Forza Italia e al Pd, 2 a Italia viva e 1 a Leu. Dieci giorni dopo il giuramento il governo di Mario Draghi completa i suoi ranghi con le nomine di sottosegretari e viceministri. Un listone organizzato col manuale Cencelli persino nel genere: dopo le polemiche dei giorni scorsi venti poltrone sono assegnate a donne, diciannove a uomini. Dopo giorni di trattativa la quadra si è trovata la quadra in giornata, visto che la riunione del governo era prevista alle 17 con all’ordine del giorno la delibera delle esequie di Stato per l’ambasciatore Luca Attanasio e il carabiniere Vittorio Iacovacci. Il Cdm, però, è stato posticipato e l’odg è stato integrato. La riunione è cominciata alle 18 ma è stata interrotta poco prima delle 20 perché tra i partiti sono nati motivi di attrito. Il motivo? Diversi. Intanto la delega all’Editoria dove Forza Italia voleva piazzare Giorgio Mulè: scelta osteggiata dai 5 stelle e dal Pd. Alla fine l’ex direttore di Panorama è finito alla Difesa, ma l’Editoria è rimasta in mano al partito di Arcore: va a Giuseppe Moles. Ecco l’elenco.

Sottosegretari alla presidenza del Consiglio: Deborah Bergamini, Simona Malpezzi (rapporti con il Parlamento); Dalila Nesci (Sud e coesione territoriale); Assuntela Messina (innovazione tecnologica e transizione digitale); Vincenzo Amendola (affari europei); Giuseppe Moles (informazione ed editoria); Bruno Tabacci (coordinamento della politica economica); Franco Gabrielli (sicurezza della Repubblica).

Esteri e cooperazione internazionale: Marina Sereni – viceministro; Manlio Di Stefano e Benedetto Della Vedova sottosegretari.

Interno: Nicola Molteni, Ivan Scalfarotto e Carlo Sibilia.

Giustizia: Anna Macina e Francesco Paolo Sisto.

Difesa: Giorgio Mulè e Stefania Pucciarelli.

Economia: Laura Castelli – viceministro; Claudio Durigon, Maria Cecilia Guerra e Alessandra Sartore sottosegretari

Sviluppo economico: Gilberto Pichetto Fratin – viceministro; Alessandra Todde – viceministro; Anna Ascani sottosegretari

Politiche agricole alimentari e forestali: Francesco Battistoni e Gian Marco Centinaio

Transizione ecologica: Ilaria Fontana e Vannia Gava

Infrastrutture e trasporti: Teresa Bellanova – viceministro; Alessandro Morelli – viceministro; Giancarlo Cancelleri sottosegretario

Lavoro e politiche sociali: Rossella Accoto e Tiziana Nisini

Istruzione: Barbara Floridia e Rossano Sasso

Beni e attività culturali: Lucia Borgonzoni

Salute: Pierpaolo Sileri e Andrea Costa sottosegretari