Taurino: “La Turris ha grande spirito, stiamo attenti, non voglio più vedere le proteste di Domenica”

NewTuscia – VITERBO / Consueta conferenza pre partita di mister Taurino

Mister, dei nuovi giocatori chi è più pronto? 

Si, sono soddisfatto del mercato. I ragazzi ovviamente hanno bisogno di tempo per allinearsi alla condizione fisica dei compagni e i vari dettami tattici, anche per rispetto dei compagni che sono già in squadra. Dubito quindi che domani qualcuno di loro possa partire da titolare, li inseriremo piano piano.
Siamo riusciti a rimpiazzare Ferrani e questa è una bella notizia perché Camilleri ha grande esperienza, abbiamo messo dentro qualche giovane fresco, sono molto vogliosi di mettersi in mostra.

Camilleri che caratteristiche ha in più rispetto ai vari Markic e Mbende? Adopo come sta? 

Camilleri ha buona struttura e ha qualità di regia e palleggio. Con lui in qualche partita possiamo anche passare a tre dietro se nelle varie partite che andremo ad affrontare, anche a gara in corso.
Adopo ha gran potenziale, ha tanta corsa, è un ragazzo molto interessante.

Dispiaciuto per il mancato acquisto di Pierno? 

Il ragazzo lo avevo anche sentito ma nel frattempo si è creata un’occasione di scambio in uscita e abbiamo approfittato di questa possibilità.

Le condizioni di Falbo?

Falbo ha avuto un attacco di appendicite ma si è operato la sera stessa che lo abbiamo saputo, in in un paio di settimane sarà pronto e arruolabile, lo aspettiamo tutti perché ha grande potenziale, oltre che essere un ragazzo molto educato e affabile.

Murilo è molto applicato tatticamente in fase di non possesso, Simonelli sotto questo aspetto è un pò acerbo? 

No, credo che entrambi abbiano fatto bene, soprattutto nel primo tempo dove la squadra mi è piaciuta molto. Unico neo? La squadra poteva fare qualche giocata più qualitativa ma i ragazzi erano vivi. Nel primo gol subito abbiamo fatto un’uscita poco codificata, poco provata in allenamento e molto occasionale, per questo non ci siamo adattati bene e loro hanno fatto una grande giocata perché l’Avellino ha grande qualità, le grandi squadre in questo ti puniscono.
Sulla seconda rete abbiamo preso una ripartenza letale, abbiamo portato tanti uomini nella fase offensiva. Quando noi abbiamo fatto qualche ripartenza loro si sono giocati anche il cartellino giallo tattico, ecco, noi potevamo fare anche questo tipo di discorso. Le grandi squadre fanno questo. Tra l’altro abbiamo perso tempo a protestare per una situazione inesistente perché il nostro vantaggio non si è concretizzato.
Durante la ripartenza abbiamo pensato più a protestare che coprire il campo. Per questo proporrò anche la multa in questo tipo di situazioni: i giocatori se vogliono fare questo lavoro devono capire che si entra in campo con l’elmetto senza protestare con l’arbitro. L’arbitro ha preso la decisione più giusta, noi dobbiamo fare risultato, non pensare al fischietto di turno.

La Turris ha qualche squalificato e alcuni infortuni, ma dobbiamo stare attenti. 

Verissimo, non dobbiamo assolutamente pensare ai loro problemi. Hanno un grande spirito, li ho visti giocare spesso e anche col Bari hanno fatto una grande partita, hanno saputo soffrire. Penso inoltre che avranno ancora più grinta, considerando le loro assenze. Se andiamo in campo pensando a chi non ci sarà, faremo una colossale figuraccia.