Capranica Prenestina, grave atto antidemocratico contro il consigliere IDD Carlo Spinelli

NewTuscia – ROMA – Al consigliere di minoranza del movimento Italia dei Diritti in seno al consiglio comunale di Capranica Prenestina è stato impedito di partecipare al consiglio comunale convocato in videoconferenza in seduta straordinaria il 29 Gennaio in quanto non gli sono state fornite le credenziali per accedere alla riunione

Roma: E’ molto grave quanto è successo il 29 gennaio 2021 a Capranica Prenestina; convocato il consiglio comunale in seduta straordinaria in videoconferenza al consigliere
del movimento Italia dei Diritti Carlo Spinelli responsabile nazionale per la politica interna del movimento stesso non sono state fornite le credenziali per accedere attraverso la piattaforma scelta per la videoconferenza ai lavori del consiglio violando così ogni regola democratica e ledendo al consigliere il diritto di rappresentare nell’assise consiliare i cittadini del borgo prenestino che attraverso le ultime consultazioni amministrative gli hanno dato mandato a rappresentarli. Un adirato Carlo Spinelli commenta così l’episodio:” E’ un grave atto antidemocratico quello perpetrato nei miei confronti non fornendomi le credenziali per accedere alla riunione in videoconferenza del consiglio comunale, mi si è privato del diritto di espletare il mio mandato a rappresentare i cittadini di Capranica Prenestina nell’assise consiliare, mandato ottenuto nelle ultime consultazioni amministrative. Ricorrerò nelle sedi opportune perché quanto accaduto è di una gravità assoluta ed ho già provveduto ad inviare al Sindaco di Capranica Prenestina una lettera di diffida ad annullare il consiglio comunale che si è svolto senza la mia partecipazione perché impossibilitato non per mia volontà ma perché nessuno mi ha inviato le credenziali; un consiglio al quale tra l’altro ci tenevo a partecipare, come sempre tra l’altro, in quanto si discutevano punti a mio avviso importanti per il futuro dei capranicensi in particolar modo sul tema rifiuti. Andrò fino in fondo a questa vicenda anche per capire i motivi per i quali le credenziali non mi sono state inviate, ci sarà sicuramente stato un errore o un disguido, sta di fatto – conclude Spinelli – che questo mi ha impedito di partecipare ai lavori e per correttezza credo sia un dovere del Sindaco annullare il consiglio e riconvocarlo con il medesimo ordine del giorno in quanto è un mio diritto parteciparvi. Spero in uno sviluppo positivo della vicenda per rispetto mio e soprattutto dei cittadini di Capranica Prenestina che rappresento nell’assise consiliare”.
Questo quanto affermato dalla stampa Italia dei Diritti provincia di Roma