Tribunale di Viterbo, ieri due udienze

Tribunale di Viterbo

NewTuscia – VITERBO – È davanti al collegio presieduto dal giudice Gaetano Mautone che ieri si sono svolti due udienze di processi rigiardanti casi al centro delle cronache.

Il primo a carico dell’ex com.te della Stazione Carabinieri S.A.C. di Vejano, il matescoallo S.A.C., accusato di concussione dalla persona che aveva cercato  di salvare da alcuni strozzini.  Il processo proseguirà la presentazione di denunce e verbali da parte della Procura contenenti informazioni della presunta vittima che denunciò i fatti con un ritardo di circa otto mesi. Per il momento il PM ha sottolineato come lo stesso imputato avesse patteggiato una condanna dopo l’accusa di essersi appropriato di somme oggetto di sequestro.

Il secondo procedimento riguarda invece gli abusi edilizi a Montefiascone nel cantiere di loc. Crognolo. Gli impitati sono l’ex. Assessore all’urbanistica Massimo Ceccarelli, Massimo Ingrosso, Angelo Cecchetti, Luca Cicoria, Adriano Magni, M.Luisa Menchinelli e Patrizia Ranaldi. Tutti accusati di falso ideologico, violazione disciplina urbanistica e abuso d’ufficio.

Nell’adozione di ieri, la testimonianza della persona che procedette nel 2017 alle verifiche, ha portato alla luce le modalità per cui la cubatura dell’immobile in costruzione superava i limiti del progetto.

La indagini partirono dalla denuncia di tre sorelle che si ritenevano danneggiate dalla struttura in costruzione, mentre secondo il comune era tutto a norma. In seguito però  si verificarono sospensioni nei lavori e variazioni al progetto prima del definitivo sequestro.

Per il momento il processo non sembra in fase di risoluzione data la difficile reperibilità dei fascicoli e dei documenti relativi alla licenza di costruzione originaria e le varianti in corso d’opera.