Crisi di governo. Paolo Capone, UGL: “Grave instabilità istituzionale”

NewTuscia – ROMA – Riceviamo e pubblichiamo.

“La situazione di grave instabilità istituzionale verificatasi a seguito della recente crisi politica danneggia il Paese e non basterà certo una maggioranza creata artificialmente in queste ore con modalità da Prima Repubblica a illudere i cittadini. La debolezza del Governo è palese e prima si traggono le dovute conseguenze, meglio sarà per tutti.

In questa fase di incertezza, occorre un esecutivo forte e autorevole, in grado di traghettare l’Italia fuori dal dramma sanitario ed economico attuale. Non possiamo permetterci di avere un Premier in balìa del fuoco amico. Gli appelli e le offerte che si stanno susseguendo in queste ore sono uno spettacolo triste che rivela uno scarso senso di responsabilità verso le istituzioni. Occorre, quindi, invertire la rotta e affrontare i mille nodi rimasti irrisolti, a partire dal sostegno alle imprese e ai lavoratori.

La priorità deve essere l’interesse dei cittadini per salvaguardare l’occupazione e favorire la ripresa”. Lo ha dichiarato Paolo Capone, Segretario Generale dell’UGL, in merito alla grave instabilità istituzionale causata dall’attuale crisi di governo.