Maxi-rissa sfiorata a piazza della Repubblica: coinvolti circa cinquanta ragazzi

NewTuscia-VITERBO-Provvidenziale l’arrivo degli uomini della polizia di Stato della squadra volante di Viterbo, immediatamente giunti sul posto che, coadiuvati dai carabinieri, hanno circoscritto l’area e identificato i presenti.

La segnalazione era arrivata intorno le 19,30 al 113: presunta lite tra ragazzi in piazza della Repubblica.

La volante, dopo essere giunta sul posto, ha visto due gruppi di ragazzi in piazza della Repubblica e piazza Marconi, che si stavano allontanando per evitare i controlli. I giovani sono stati però bloccati ed identificati.

Erano circa una cinquantina, probabilmente anche di più, tra i 16 e i 19 anni. Alcuni di loro avrebbero dichiarato che l’appuntamento era stato dato tramite Facebook.

Sono comunque ancora in corso approfondimenti investigativi, finalizzati ad individuare più precisamente il reale motivo della lite. Per quel che risulta, ad ora, è stata organizzata utilizzando i social network.

“Al riguardo – spiega la polizia in una nota – se durante una rissa taluno riporta anche solo una lesione personale la pena prevista, per il solo fatto della partecipazione alla rissa, è della reclusione da tre mesi a cinque anni”.

È il terzo sabato di fila che accade qualcosa del genere nella città dei papi. Due settimane fa circa 150 si erano radunati in zona Porta Faul. Sabato scorso un centinaio al quartiere Pilastro. 

Una moda pericolosa, lanciata dalla capitale: subito dopo, immagini analoghe a quelle della mega rissa-raduno al Pincio si sono cominciate a vedere in altre città italiane.