PRC e LeBC su questione Talete – apostrofano FdI e PD “Fratelli di Talete”

NewTuscia – VITERBO – “Nella Tuscia pare che si possa ormai dire e fare tutto e il contrario di tutto. Ad esempio un paio di giorni fa Giampieri, portavoce provinciale di Fratelli d’Italia, fa le “congratulazioni” alla dimissionaria Antonella Stella (anche lei in quota FdI) per il suo operato nella Talete. Incredibile: ci si congratula con chi ha portato allo sfascio la società idrica, aumentando persino dal 7% al 9% le tariffe. Dopo tanti attacchi alla Talete, ecco che ora si fanno le congratulazioni ai suoi consiglieri!

Questa è la coraggiosissima opposizione di Fratelli d’Italia: che critica a parole ma di fatto governa insieme a tutti (Pd, FI, Lega) pur di spartirsi ogni pezzettino di potere. Un altro esempio? Fino a pochi giorni fa sosteneva la giunta provinciale Nocchi: peccato che è la stessa giunta che un anno fa ha votato ulteriori salassi della Talete per il Comune di Viterbo (grazie a Grancini, un altro che oggi invece grida contro gli aumenti); o che dice di fare opposizione a PD e Zingaretti ma di fatto gestisce insieme a loro la Asl locale. Alla faccia della coerenza. Ma a fare il gioco delle tre carte non è solo la destra sovranista, e se si cambia versante politico le cose non vanno meglio: oggi ad esempio si è dimesso dalla Talete anche Fraticelli del PD, tuonando indignato contro la regione Lazio. Peccato che la Regione è governata dal suo stesso partito, il PD di Zingaretti! Non ci siamo proprio. Dal canto nostro per cambiare la realtà deprimente della Tuscia e del Viterbese siamo convinti che occorra costruire una sinistra capace di mobilitare i cittadini del territorio contro gli interessi particolari e le speculazioni. Questa è la strada che va tracciata.”

Queste le parole di Roberta Leoni – Rifondazione Comunista (Sinistra Europea) – Federazione Provinciale di Viterbo e di Barbara Cozzolino e Daniele Cario – Lavoro e Beni Comuni