Agenzie di viaggio. Marini (FI): “Protesta da sostenere”

NewTuscia – ROMA  – Riceviamo e pubblichiamo.

Giulio Marini

“L’emergenza sanitaria, con le relative chiusure e con l’impossibilità di effettuare o programmare viaggi, ha rappresentato e rappresenta un vero e proprio cataclisma per le Agenzie di viaggio, che sono letteralmente in ginocchio: condividiamo appieno, perciò, la protesta di Roma, che vede in piazza del Popolo il Movimento Autonomo Agenzie di Viaggio Italiane”. Giulio Marini, responsabile Turismo di Forza Italia nel Lazio, sostiene che “il grido di dolore della presidente del Maavi, Enrica Montanucci, non può e non deve cadere nel vuoto”.

“Sia gli imprenditori che i lavoratori del settore – sottolinea Marini – stanno vivendo un incubo, senza che il Governo alzi un dito: basti pensare che, senza un motivo, le Agenzie di viaggio sono state escluse dal Decreto Ristori bis. E, adesso, si parla di un intervento di circa 100 milioni di euro, vale a dire un’elemosina e nulla più. L’ottimo 2019 delle Agenzie di viaggio, che avevano dimostrato di essersi sapute adeguare a un mercato in continua evoluzione, è stato cancellato dalla pandemia e il 2020, che doveva essere l’anno del boom, è stato, invece, quello della tragedia”.

“Dobbiamo fare in modo – conclude Marini – che il 2021 segni una ripresa e l’unico modo per invertire la rotta è quello di sostenere il comparto: il Governo deve farsi carico di aiutare davvero aziende e lavoratori, con una forte iniezione di liquidità e non con le chiacchiere. Il premier, il ministro dell’Economia e quello del Turismo ascoltino, per una volta, le istanze del settore, che arrivano da piazza del Popolo.