Provincia. Fabio Valentini: “Finisce una maggioranza senza progetti e senza valori di riferimento”

NewTuscia – VITERBO  – E’ caduta la maggioranza sinistra-destra di Palazzo Gentili. Senza registrare vergogna da parte di nessuno dei protagonisti l’inciucione si è concluso.

Senza giri di parole si è detto che con le elezioni amministrative alle porte non si può governare insieme in provincia e andare divisi nei comuni.

Finisce una maggioranza senza progetti e senza valori di riferimento se non la mera gestione del potere. La foglia di fico con cui si giustificò l’inciucio, ovvero la gestione dell’emergenza Covid, si è di colpo appassita. Resta
solo Nocchi, il pd di Panunzi, e Forza Italia con il vicepresidente “sempre in movimento” e l’assessore in comune tra Nocchi ed Arena: Giulio Marini.

Alla vigilia delle nuove elezioni c’è la necessità di ricostruire un nuovo centro-sinistra che abbia a cuore il bene comune, la sanità e l’ambiente e che sia alternativo alle gestioni trasversali del potere per il potere. Alle prossime elezioni comunali c’è necessità di caratterizzarci per progetti e valori in cui si crede.

Va archiviata la brutta pagina della gestione dell’acqua, dei rifiuti, del fotovoltaico e tanto altro. Va ripristinata la trasparenza a garanzia della legalità in tutta la gestione della provincia.

Aspettiamo questi mesi di lenta agonia amministrativa augurandoci che il mercato delle deleghe e degli interventi sia finalmente cessato e messo al bando prima delle elezioni amministrative, sperando che la gestione Nocchi- Panunzi- Battistoni non provochi troppi danni alla Tuscia.

Fabio Valentini
Consigliere provinciale “Per i Beni comuni”