Usi civici, Porrello (M5s Lazio): “Al via tavolo con ministero per protocollo intesa, ma regione faccia di più”

NewTuscia – ROMA – Riceviamo e pubblichiamo.

Oggi si insedia il tavolo di lavoro con Regione Lazio e Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo per arrivare ad un ‘Protocollo di intesa in materia di usi civici’. L’assessore auspica che questo tavolo porti finalmente chiarezza in una materia dominata dall’incertezza, come hanno evidenziato tutte le risposte ottenute dalle mie numerose interrogazioni alla Giunta.

Condivido la necessità di un iniziale approfondimento della normativa e della giurisprudenza per poter finalmente definire procedure univoche e giuste in raccordo col Ministero, ma mi auguro che questo tavolo non sia solo utile per un annuncio in un tema in cui la regione ha dimostrato di non saper che pesci prendere, palesando la propria mancanza di coraggio per la risoluzione di una problematica che sta contribuendo a rendere ancora più confusionaria con i suoi atti.

L’insediamento di questo tavolo deve essere un primo passo per risolvere quelle criticità e incertezze che in alcuni casi, vedi Civitavecchia, hanno ricadute dirette sui cittadini, ma non deve essere la giustificazione per evitare di prendere decisioni urgenti e non più procrastinabili, di competenza esclusivamente regionale, per porre rimedio al pasticcio amministrativo creato da ricognizioni catastali che non rispecchiano la situazione reale, come confermato da varie sentenze del Commissario agli usi civici.

Lo dichiara Devid Porrello, Consigliere M5S Lazio e Vicepresidente del Consiglio Regionale.