Covid 19, il presidente Zingaretti fa il punto della situazione sanitaria nel Lazio

Il Lazio in prima linea: investimenti, personale e comportamenti responsabili

aNewTuscia – ROMA – Si è svolta oggi la conferenza in cui il presidente della regione Lazio Nicola Zingartetti ha illustrato la situazione sanitaria.

Il governo Conte ha confermato il Lazio come regione gialla dato che il report del mese di novembre mostrava un RT stabile e sotto l’1%, precisamente 0,8%, e che è stato evidenziato nelle ultime due settimane, quelle che vanno dal 13 al 26 di questo mese, un rapporto tra positivi e tamponi effettuati al 9,9% rispetto al 14,8 che si è riscontrato a livello nazionale.

I casi testati di positività ogni centomila abitanti invece sono 5136, maggiori rispetto alla cifra nazionale di 2652.

Da Nicola Zingaretti arrivano i punti principali della gestione dell’emergenza, prima di tutto l’organizzazione e la conduzione del piano vaccini Covid: sono previsti 620mila euro per l’acquisto dei congelatori per le dosi di vaccino e si sta lavorando all’identificazione delle strutture per lo stoccaggio oltre al potenziamento di tutta la logistica.

Saranno investiti 100 milioni sulla sanità, di cui 53 su tecnologie e sistemi informativi e 46 per il recupero delle liste d’attesa.

Queste ultime prevedono l’apertura straordinaria di presidi sanitari la sera e nei weekend, e l’ottimizzazione di spazi e personale, con l’obbiettivo finale del recupero del 90% delle prestazioni entro fine anno.

Quanto all’investimento con l’importo maggiore, il più grande nel settore delle tecnologie mai realizzato nel Lazio, seguirà il seguente schema:

9 mln 410 mila (Asl Roma 1)
11 mln 868 mila (Asl Roma 2)
5 mln 560 mila (Asl Roma 3)
3 mln (Asl Roma 4)
4 mln 589 mila (Asl Roma 5)
5 mln 254 mila (Asl Roma 6)
2 mln 897 mila (Asl Viterbo)
1 mln 415 mila (Asl Rieti)
5 mln 257 mila (Asl Latina)
4 mln 465 mila (Asl Frosinone)

Finora, dall’inizio dell’emergenza vi sono state 7.550 assunzioni, con 1.235 medici, 4.950 infermieri(di cui 2.206 per Covid) e 1.365 altre figure.

Ora è attiva anche la nuova centrale per l’assistenza alle persone in isolamento: 15MILA CONTATTI AL NUMERO VERDE 800.118.800