Giannini (Lega): pesanti ritardi su vaccini antinfluenzali e nessuna programmazione per quelli covid

NewTuscia – ROMA – Riceviamo e pubblichiamo.
“Nella nostra Regione mancano all’appello oltre 500mila vaccini antinfluenzali. Non vorremmo entrare nel merito di quelli distribuiti in queste ore che rappreaentano una goccia nell’oceano, né su quelli fermati alla dogana perché non sicuri. Del resto, dalle mascherine acquistate e mai pervenute, dagli ospedali al collasso e alla assenza cronica di personale medico e paramedico, la sanità di Zingaretti ci ha abituati a navigare a vista – peraltro in mezzo a innumerevoli scandali – senza una benché minima programmazione. Riusciranno i nostri ‘eroi’ a programmare, quantomeno, la distribuzione dei vaccini sul Covid?
L’assessore D’Amato ha già comunicato al commissario Arcuri i presidi ospedalieri per la prima fase di somministrazione e il numero e le caratteristiche delle ‘unità mobili’ che serviranno per vaccinare ospiti e operatori delle Rsa? E ancora: sono state già indicate al commissario, alla scadenza richiesta del 21 novembre, le ‘idonee strutture’ all’interno delle province dove poter conservare il vaccino? Per la disorganizzazione dimostrata, si meriterebbe un cambio colore alla nostra Regione. Da ‘gialla’ qual è la si dipinga di un bel rosso vergogna”. Lo afferma Daniele Giannini, consigliere regionale della Lega e membro della commissione Sanità.