Ciao Marco!

Gaetano Alaimo

NewTuscia – VITERBO – Pochi istanti fa una notizia tristissima ha bloccato le attività che stavo svolgendo. Marco Olimpieri, un ragazzo conosciuto ed amato da tutti,  costretto su una sedia a rotelle ma sempre allegro, affabile e conosciuto per essere in giro nel centro storico di Viterbo con grande gioia di vivere, purtroppo ci ha improvvisamente lasciato. Per una malattia incurabile.

In questo momento sono davvero sconcerto. Marco l’avevo conosciuto al Milan club: lui era un grande tifoso rossonero. Sempre presente alle partite del club, era sempre con il sorriso, difficile vederlo triste, almeno io non ce l’avevo mai visto.

Oltre alla comune passione per il Milan che, proprio in questi mesi, per la gioia di Marco era di nuovo in testa alla classifica, c’eravamo confrontati sul problema delle barriere architettoniche. Con il giornale, una volta, avevamo fatto un giro per denunciare lo stato di degrado di Viterbo per quanto riguarda gli scivoli rotti o inesistenti, le strade senza marciapiedi, i rischi che corrono tutti i giorni, in carrozzina, i diversamente abili che cercano di transitare e vivere una vita normale a Viterbo.

Una morte improvvisa che ci lascia tutti sgomenti.

Ciao Marco, ora avrò un motivo in più per soffrire ancora insieme per i colori rossoneri e per migliorare la situazione delle barriere architettoniche a Viterbo da queste righe. Che la terra ti sia lieve!

I funerali si terranno domani alle 10.30 presso la chiesa della Sacra Famiglia del Carmine a Viterbo.