Sanità. Giannini (Lega): Zingaretti e la sua giunta scappano dalle responsabilità e dalla verità

NewTuscia – ROMA – Riceviamo e pubblichiamo.
“Il 90% delle interrogazioni senza risposta”
“La Regione Lazio è caratterizzata da una gestione opaca, le risorse pubbliche sono utilizzate male, il Consiglio regionale è sistematicamente ignorato e non si danno risposte sugli scandali documentati che vengono sollevati dall’opposizione”. Lo afferma Daniele Giannini, consigliere regionale della lega e membro della commissione sanità, che aggiunge: “A Zingaretti e D’Amato abbiamo chiesto risposte sui milioni di euro spariti per le mascherine fantasma, sulle consulenze d’oro dell’Umberto I, sui dirigenti nominati senza requisiti. Risultato? Un silenzio assordante. La sanità regionale è in grave difficoltà, risorse pubbliche che potevano essere utilizzate per dispositivi medici e respiratori sono state destinate altrove.
Ma Zingaretti e D’Amato non dicono nulla. Confidano nella distrazione dell’opinione pubblica e nel loro auspicato sfiancamento dell’opposizione cui vengono negati i diritti di verifica e controllo”. “La mortificazione del Consiglio regionale – prosegue l’esponente leghista – è un fatto di inaudita gravità. I dati parlano chiaro. Il 90% delle interrogazioni che ho personalmente presentato sono state ignorate. Su 123 interrogazioni a risposta scritta, ci sono stati solo 15 riscontri. In particolare, su 28 in materia sanitaria ho avuto solo 2 risposte. Tale situazione è riscontrabile anche ascoltando gli altri colleghi d’opposizione, ed evidenzia un atteggiamento di arroganza ed una mancanza di rispetto verso il lavoro dei consiglieri regionali”.