Sarà virtuale l’inaugurazione dell’installazione ambientale dell’artista Eva Macali

Bolsena, giardino del Convento S.Maria del Giglio

Inaugurazione con visita SOLO VIRTUALE: sabato 31 ottobre 2020, ore 16.00

Visite al pubblico solo su prenotazione e con numeri contingentati: 1° novembre – 8 dicembre 2020

NewTuscia – BOLSENA – Dal 31 ottobre all’8 dicembre 2020 presso i giardini del Convento di S.Maria del Giglio a Bolsena sarà installata l’opera ambientale Sogno di sogni di Eva Macali, generata da un progetto di arte relazionale e partecipata con gli abitanti del territorio. Promosso e organizzato dall’associazione Punti di Vista, il progetto “Sogno di sogni” è realizzato grazie al supporto della Regione Lazio, con il patrocinio del Comune di Bolsena, e con il contributo onirico di sognatori e sognatrici che hanno voluto condividere il racconto di un loro sogno memorabile, premonitore o trasfomatore delle loro vite.

Sogno di Sogni è un’unica e grande scultura sonora interattiva, costituita da un enorme nastro di tessuto, allestito su una struttura in ferro, che risponde istantaneamente al movimento impresso del vento con l’emissione quasi oracolare di suoni e parole. Le frasi imprevedibili emesse dall’opera sono ogni volta ri-combinate a partire dal tesoro di racconti generato dai sognatori. I singoli frammenti, attraverso un’interazione continua con l’opera da parte dei visitatori e dell’ambiente, vengono costantemente ricombinati tra loro in sequenze causali, permettendo l’emergere di un nuovo sogno collettivo in mutamento perpetuo.

Il nastro di tessuto ricucito dall’artista a partire proprio dalle vecchie lenzuola donate dai sognatori è come un unico grande lenzuolo collettivo, come un foglio bianco disponibile alla scrittura immateriale dei sogni raccontanti dai partecipanti e destrutturati dall’artista in singole parole, porzioni di frasi o frasi intere. Nelle parole di Eva Macali: “ciò che si ascolta potrà essere considerato il racconto collettivo di una memoria, un racconto di fantasia, una visione del futuro, oppure tutte queste cose insieme”. I racconti dei sogni sono stati raccolti dalla associazione “Punti di Vista” attraverso una campagna partita su facebook e il passaparola. La maggior parte dei sogni sono raccontati in italiano, con naturali cadenze nel dialetto locale e delle persone che hanno partecipato.

L’impianto di radiosensori montati sull’opera e comunicanti con un computer che contiene la memoria digitale dei suoni e il software che li emette, è stato creato appositamente nel corso del progetto (e con modalità open source). I dispositivi elaborati per la parte sonora dell’installazione tramite arduino (schematici e codice) verranno documentati e divulgati sotto licenza Creative Commons in modo che l’intera comunità creativa trarrà beneficio dal lavoro svolto.

L’idea artistica di base trae ispirazione dall’opera del 1982 Legarsi alla Montagna, di Maria Lai, ed evolve dal progetto installativo Albero Giallo realizzato dalla stessa artista Eva Macali nel 2016 all’interno del giardino del palmologo Francesco De Santis a Roma, divenendo un’opera relazionale di realtà aumentata tramite la tecnologia di e-textile.

Credits:

Sound design: Federico Peliti

Media art design: Nicolò Merendino

Progetto 3D: Anna-Luise Lorenz

Fabbro: Fabio Lorenzini

Fotografa: Francesca Lucidi

Video e fotografie con drone: Massimiliano Bellacima

Eva Macali, nata a Siena nel 1974 e cresciuta a Genova, vive a Roma. Il suo percorso formativo in sociologia la porta ad occuparsi di comunicazione e politica, partecipando parallelamente come artista in mostre collettive con uno pseudonimo. Il suo intento è sempre stato quello di lasciare una impronta incisiva nella società e oggi l’esperienza formativa in un campo alternativo a quello dell’arte si evince nella ricerca multidisciplinare e multi-identitaria della sua opera.

La sua ricerca artistica si concentra sul suono, la pittura e il video la scrittura di ricerca e la poesia sonora.

Punti di Vista aps è un’associazione senza scopo di lucro che dagli anni novanta promuove iniziative culturali, sociali ed artistiche, esplorando modelli di vita, di economia e anche di ricerca e conoscenza, improntanti al rispetto reciproco e alla sintonia con la natura. L’associazione cura e gestisce l’antico convento francescano di Santa Maria del Giglio a Bolsena, mantenendolo aperto per attività culturali, formative e sociali; presso il Convento si realizzano corsi residenziali, convegni, mostre, progetti di ricerca e iniziative editoriali collettive su temi di vivere sostenibile e solidale, ecologia, sviluppo personale e sui diritti umani.

INFORMAZIONI

Evento: Sogno di Sogni

Luogo: Convento del Giglio – Via Madonna del Giglio, 49, 01023 Bolsena VT

Inaugurazione: Sabato 31 ottobre 2020 ore 16.00 tramite diretta facebook:  https://fb.me/e/3RdjfhxoQ

Durata: 31 ottobre 2020 – 8 dicembre 2020

Prenotazione anticipata obbligatoria per visite con ingresso contingentato: info@conventobolsena.org

Organizzazione: Associazione Punti di Vista