Omicidio a Mammagialla nel 2019, oggi i risultati della perizia psichiatrica su Sing Khajan

NewTuscia – VITERBO – E’ arrivato il giorno, salvo  imprevisti, delle conclusioni delle perizie psichiatriche per Sing Khajan, il detenuto 35enne di origini indiane che la sera del 29 marzo 2019 ha ucciso a colpi di sgabello il compagno di cella Giovanni Delfino, 61 anni.

La famiglia della vittima ha denunciato i vertici del carcere viterbese e durante il periodo intercorso tra l’omicidio e l’udienza di oggi l’imputato è stato trasferito a Rebibbia. Oggi la conclusione dei periti professor Giovanni Battista Traverso e dalla figlia Simona Traverso che lo hanno visitato lo scorso 15 giugno in tribunale.

“Se davvero no è sano di mente vorremmo sapere perchè era stato messo in cella con qualcuno per cui potesse rappresentare un pericolo”spiegano i famigliari. Sapere perchè no sono stati presi provvedimenti.

Il 35enne si sarebbe scagliato contro la vittima per un accendino ed aveva alle spalle tre precedenti aggressioni in pochi giorni.