Terza campagna nazionale “Oltre il pregiudizio”

NewTuscia – ROMA – Prosegue la Campagna “Oltre il pregiudizio” che questa volta affronta il tema della donna nelle confessioni religiose e nelle diverse culture: sono on line sul canale YouTube Lazio Sociale i video dei due incontri che si sono tenuti nei giorni 12 e 14 ottobre 2020.

È opinione diffusa che le religioni, fedi e confessioni abbiano un impianto patriarcale, sia perché la loro nascita è avvenuta in antiche società basate sulla disparità di genere, sia perché le Scritture di riferimento sono sempre state scritte da uomini, condizionati dalla realtà politica e culturale in cui vivevano.

Nel corso di millenni e ancor più nei secoli recenti tutte le società hanno subìto cambiamenti profondi di carattere sociale, politico, giuridico, culturale mentre le Scritture delle differenti religioni sono rimaste le stesse. Per questo ci chidiamo: sotto l’influenza di queste vicende, le loro interpretazioni si sono approfondite, evolute, differenziate in relazione a norme e comportamenti in generale e in particolare rispetto alla disparità di genere?

Nelle società contemporanee la condizione della donna ha registrato, dove più dove meno, cambiamenti sostanziali, anche se certo non esaustivi; quale evoluzione, se c’è stata, si può rilevare rispetto alla disparità di genere nel culto delle differenti religioni?

Le migrazioni su scala planetaria, non più fenomeno ma dato strutturale, hanno dato origine a società multiculturali e plurireligiose, facendo emergere differenziazioni anche profonde tra le religioni orientali e quelle occidentali: le differenze nelle norme, nel ruolo e nel potere della donna sono reali o fonte di pregiudizi da parte di credenti di altre appartenenze religiose o di laici?

Questi sono solo alcuni dei temi trattati nei due incontri organizzati da “Oltre il Pregiudizio” in collaborazione con il “Tavolo Interreligioso di Roma”.