Luca Profili, calcio: “Mi attendevo lo stop anche alle categorie alte”

NewTuscia – BAGNOREGIO – Il calcio era un divertimento, ora non lo è più. Sono sincero, mi attendevo lo stop non solo di seconda o terza categoria ma anche alle categorie più alte, di sicuro anche la prima.

I giocatori stanno smettendo, e lo stanno facendo perché il lavoro e la famiglia vengono prima di qualsiasi altra cosa.

Mi auguravo lo capisse anche il governo, che minaccia chiusure alle palestre, dove non c’è contatto, e lascia correre il calcio dilettantistico dove è impossibile garantire la massima sicurezza.

La serie A si può permettere di fare tre tamponi a settimana, noi no. Io, da Sindaco, ritengo che in questo momento non ci siamo le condizioni per continuare e non è escluso di procedere nei prossimi giorni alla chiusura dello stadio per quando riguarda qualsiasi sport di contatto.

Chi gioca in seconda categoria è più pericoloso di chi gioca in prima? Cosa cambia?

Io voglio pensare ai commercianti, ai bar, alle attività che per l’ennesima volta pagheranno questo momento.

Amo troppo il calcio per poterlo praticare così come è ora.

Luca Profili

Sindaco di Bagnoregio