“Mentre i casi Covid aumentano a Tarquinia si pensa a mercatini e trenino”

NewTuscia – TARQUINIA – Riceviamo e pubblichiamo. In tutta Italia i casi di positività al Covid-19 stanno aumentando in misura importante, basti osservare i dati del 16/10: più di 10.000 casi accertati, 1.200 in più del giorno prima ma con oltre 12.000 tamponi in meno.

Anche nel nostro territorio, purtroppo, assistiamo ad un aumento dei contagi, ed è quindi assolutamente necessario dimostrare maggiore responsabilità.

L’idea di svolgere i mercatini in programma per questo fine settimana ci sembra invece andare verso tutt’altra direzione: erano così necessari? Era qualcosa di improrogabile? Non era possibile annullare l’evento (sulla scia di quanto sta accadendo in tutta Italia) e posticiparlo a periodi più sereni? Così si gioca col fuoco, si mette a repentaglio la salute della cittadinanza e si sottovaluta una situazione drammaticamente seria, dalla quale si può uscire non solo grazie al buon senso delle singole persone, ma tramite una accurata e scrupolosa attività amministrativa, che a noi – e a buona parte della cittadinanza – pare mancare. Così facendo si manca di rispetto a tutti quei cittadini che con senso di responsabilità ed intelligenza stanno facendo enormi sacrifici per contrastare la contagiosità del virus.

Quella del trenino è invece una storia che rischia di diventare incommentabile: strapagato ed inutile, è sparito per un lasso di tempo indefinito, per cause non meglio specificate, salvo riapparire nel momento più inopportuno possibile: quando, cioè, trovare modi nuovi per far “accalcare” le persone è la cosa più inopportuna da fare.

Lo ribadiamo: siete degli irresponsabili, e non avete nemmeno il senso delle priorità! Nelle ultime due settimane i contagi si sono quintuplicati e – per amore dei numeri – rileviamo che si è più che triplicato anche il rapporto tra tamponi eseguiti e positivi: questo vuol dire che state (imperterriti) continuando a programmare il futuro di questa città “a spanne”, senza considerare quello che sta accadendo su tutto il territorio nazionale e locale.

Ci aspettiamo molto più buon senso e rispetto da parte di chi è chiamato ad amministrare la cosa pubblica, specie quando si parla di salute e sicurezza. Riteniamo imbarazzanti le dichiarazioni del nostro primo cittadino, che nelle ultime ore ha invitato alla prudenza a seguito dell’elevata percentuale di positivi riscontrata nei test effettuati al drive-in, chiarendo anche che “se i casi continuano ad aumentare saranno adottate nuove misure”, dichiarazioni che stridono decisamente con ciò che questa amministrazione sta effettivamente facendo con trovate geniali come quelle che contestiamo: Tarquinia non può e non deve pagare le scelte scellerate di un’amministrazione che si sta dimostrando – ancora una volta – completamente incompetente.