Parcheggi, Contardo: “A breve colonnine con lettura elettronica delle targhe nei 7 parcheggi comunali”. Ancora dubbi sui tempi per l’asfaltatura del parcheggio tra Cciaa ed ex Inpdap

Gaetano Alaimo

NewTuscia – VITERBO – Sollecitato ad informare la situazione dei parcheggi del Comune di Viterbo, l’assessore Enrico Maria Contardo ha prontamente risposto al nostro giornale.

Enrico Contardo

“In generale con questo bilancio e con l’avanzo di amministrazione – dice Contardo – siamo andati ad approvare una posta di bilancio per un intervento da 180 mila euro, mediante i quali doteremo una serie di parcheggi, sette per la precisione, che sono i due davanti la Camera di Commercio, quello davanti Pratogiardino, in via Sant’Antonio, in via San Paolo, alla rotatoria di Valle Faul, e i due in via garbini davanti gli uffici comunali, di un sistema di lettura elettronica della targa delle autovetture”.

Finalmente, quindi, si sa qualcosa in più non solo sul parcheggio tra Camera di Commercio ed Inpdap, da 4 mesi chiuso ed in attesa di asfaltatura, ma su tutto il piano parcheggi previsto dal Comune di Viterbo.

La novità è il sistema di parcheggio innovativo che, ai nostri microfoni, Contardo ci illustra.

“In pratica – precisa ancora l’assessore – l’autovettura entra, la telecamera legge immediatamente la targa e, quindi sulla colonnina va inserita la targa e ci sarà un minimo di tolleranza quando finisce il credito o, successivamente, scatta in automatico la multa se si va oltre l’orario. Gli ausiliari del traffico verificheranno. Questa colonnine, che verranno settate in tutta la città, pertanto ovunque sarà previsto l’inserimento della targa dell’automezzo, tutte insieme andranno a supportare il discorso dell’infomoblità che aveva predisposto Ricci (ex assessore comunale, ndr) e, in queste colonnine, sarà possibile non solo pagare con i soldi come adesso ma anche con la carte di credito e l’App. Sarà possibile fare gli abbonamenti giornaliero, mensile o annuale, pagare le contravvenzioni, fare il biglietto dell‘autobus, tutta una serie di servizi di cui queste colonnine possono essere dotate. Basta sistemare l’hardware”.

Una rivoluzione nel sistema dei parcheggi a pagamento a Viterbo.

“Relativamente all’asfaltatura io non entro in merito – conclude Contardo – perché Francigena gestisce i parcheggi, ma l’asfalto resta a carico dell’amministrazione comunale: Francigena non si può mettere ad asfaltare i parcheggi in giro, sopratutto in questo momento in cui il Covid ha portato, nelle società che fanno il trasporto pubblico locale degli scompensi notevoli. Pertanto lì Francigena ha fatto un preventivo che è, mi sembra, di 17 mila euro per asfaltare quel parcheggio (quello tra Camera di Commercio ed ex Inpdap, ndr), l’impegno se l’era preso l’architetto Gai del settore Lavori pubblici, dicendo che avrebbero provveduto loro”.