Lavori pubblici, nel 2021 riqualificazione totale di piazzale Gramsci e rischio taglio degli alberi. Tutti gli interventi previsti

Gaetano Alaimo

NewTuscia – VITERBO – “Abbiamo in cantiere il grosso progetto del rifacimento totale di piazzale Gramsci, probabilmente anche con l’abbattimento delle piante che sono ormai centenarie e hanno bisogno o di essere sostituite forse anche nella cultivar, nell’essenza”.

L’assessore ai lavori pubblici del Comune di Viterbo, Laura Allegrini, nell’intervista concessa al nostro giornale e per il tg di Lazio Tv, ha anticipato gli interventi che, dalle prossime settimane, verranno attuati perché già previsti con il bilancio del 2019 e, con l’approvazione del nuovo bilancio di previsione, continueranno con altri cantieri nel 2021 a Viterbo. E, tra questi, c’è il rischio che i centenari alberi di piazzale Gramsci vengano abbattuti per i disagi che provocano con le radici al manto stradale e per i rischi di crolli.

Sui ritardi della partenza delle asfaltature già approvate nel 2019, per un valore di 2 milioni di euro, la Allegrini si scusa e parla del lockdown che ha ritardato il via e che “dovrebbero partire a breve”. I criteri di azione sono chiari: “Dare priorità ai tratti ad alta percorrenza ed alta incidentalità”. Per quanto riguarda il centro storico “vogliamo agevolare la vocazione turistica e culturale della città e del centro storico con un ampio programma di riqualificazioni, tra queste i Portici di Palazzo dei Priori, in cui continueremo la risistemazione; è a buon punto la sinergia con la Soprintendenza per la riqualificazione della Torre civica che sarà presto fruibile da tutti. Per il termalismo il bilancio di previsione prevede una riqualificazione delle attività termali e messa a regime di quello che sarà un vero sistema termale viterbese. A giorni dovrebbe partire l’appalto per il teatro Unione, riqualificheremo gli appartamenti dietro il teatro rendendo giusiizia alla Scuola musicale comunale trovando una sede consona”.

L’assessore ha parlato di 4 grandi cantieri ormai prossimi: l’asfaltatura di via Corrado Alvaro, Piazza Crispi e i lavori più urgenti nelle

Laura Allegrini

frazioni. Quindi l’asfaltatura di via Romiti e delle Pietrare per la delicatezza del tratto che vede il passaggio delle ambulanze in direzione dell’ospedale di Belcolle e, già previsto nel 2019, la risistemazione ed asfaltatura di molte vie del quartiere Ellera. Con il bilancio di previsione 2021, che verrà approvato entro i primi di ottobre prima in Giunta e quindi in consiglio comunale, sono previsti altri 2,5 milioni di euro per le asfaltature. “Sono previsti interventi di asfaltature per i quartieri Barco e Pila – ha detto ai nostri microfoni ancora l’assessore laura Allegrini – con ulteriori programmi di asfaltature di Viterbo e delle frazioni. Sarà riqualificato il marciapiedi di via Belluno e c’è poi il grande progetto del rifacimento totale di piazzale Gramsci, forse anche con l’abbattimento delle piante e che hanno bisogno o di essere sostituite o nell’essenza. Ci sono poi interventi più piccoli che riguardano le pavimentazioni speciali del centro storico: sarà risistemata piazza delle Erbe nel tratto di confluenza con via dell’Orologio vecchio, via delle Rose e la zona del Cunicchio”.

Su nostra sollecitazione l’assessore Allegrini parla anche della strada Sammartinese, che in pochi mesi ha visto due incidenti mortali dovuti allo stato che dire fatiscente è un complimento del manto d’asfalto. “Lo stato della Sammartinese è drammatico e pericoloso – ammette Laura Allegrini – parliamo di una strada non di competenza comunale ma provinciale: malgrado ciò abbiamo voluto un incontro con l’amministrazione provinciale per capire come coordinarci per portare avanti un progetto congiunto. Il nostro programma di asfaltatura di via delle Pietrare fino al ponte di sposa con la volontà della Provincia di appaltare quanto prima dal ponte in poi in direzione San Martino al Cimino. Inoltre c’è l’idea di presentare un progetto per una pista ciclabile che fungerebbe anche da marciapiede. Abbiamo chiesto anche alla Provincia di prevedere dei rallentatori di velocità e, se sarà possibile, anche maggiore illuminazione dei punti salienti di una strada che è a tutti gli effetti urbana anche se è di competenza provinciale”.

In merito alla pubblica illuminazione l’assessore dice che “il prossimo bilancio prenderà in carico tutte le situazioni che necessitano di intervento”.

“Tengo anche a dire –  conclude l’assessore  – che il Comune ha investito 500 mila euro sulla seconda linea del depuratore, fatto molto importante perché, alla fine di questo intervento, Viterbo si riallinea agli standard delle altre città italiane.