CISL FP Roma Capitale e Rieti: “Il Comune di Tivoli conferma con il proprio comunicato le proprie inefficienze”

Dichiarazioni di Giancarlo Cosentino Segretario Generale della CISL Funzione Pubblica Roma Capitale e Rieti

NewTuscia – ROMA – Riceviamo e pubblichiamo. “Onorati” di avere la risposta al nostro precedente comunicato nella prima pagina del sito istituzionale del Comune di Tivoli, con la quale però sono stati confermati, a nostro parere, tutti i ritardi e le inefficienze della politica e della parte amministrativa nei confronti delle problematiche del proprio personale.” queste sono le nuove dichiarazioni del Segretario Generale della CISL FP di Roma Capitale e Rieti Giancarlo Cosentino “La nostra ricostruzione dei fatti è confermata dagli atti che la CISL FP di Roma Capitale ha inviato al Comune di Tivoli dal lontano 2017 sulle problematiche del personale e della Polizia Locale, per le motivazioni che addirittura nel comunicato sono confermate dall’amministrazione stessa.

Passiamo ad analizzare i punti uno a uno: per quanto riguarda la sottoscrizione del contratto collettivo integrativo ribadiamo che il contratto nazionale è stato sottoscritto il 21 maggio 2018 ed il Comune di Tivoli risulta essere, a nostra conoscenza, l’unico comune che ancora non ha un proprio contratto collettivo integrativo nella Città Matropolitana di Roma Capitale e non certo per colpa delle rappresentanze sindacali dato che la nostra organizzazione sindacale, oltre ad inviare la propria piattaforma, ha inviato numerose note e diffide per iniziare la contrattazione che solo quest’anno è iniziata e che ha portato il 10 luglio 2020 a sottoscrivere una mera pre -intesa che solo il 10 settembre u.s., come evidenziato nel comunicato dell’ente, è stata inviata ai revisori dei conti, un ritardo per noi inaccettabile e con comunicazioni inviate solo alle RSU tenendo all’oscuro le organizzazioni sindacali. Non comprendiamo, e non abbiamo avuto spiegazioni nel comunicato, dei motivi per cui si sia arrivati poi al blocco dei pagamenti della performance del 2019, degli straordinari, dell’indennità di ordine pubblico e del progetto per il potenziamento dei servizi della Polizia Locale.

Per quanto riguarda poi la carenza delle auto di servizio e del vestiario per il personale della Polizia Locale, l’amministrazione si è forse dimenticata che il problema persiste dal 2017, come evidenziato nell’articolo de “Il Messaggero” del 24 novembre 2017, allegato al presente comunicato, nel quale la CISL FP di Roma Capitale e Rieti denunciava le gravissime carenze che non permettevano un’adeguata erogazione dei servizi ai cittadini. Constatiamo anche in questo caso che la stessa amministrazione non ha una buona memoria ed i ritardi sono imputabili solo ed esclusivamente da un’evidente, a nostro giudizio, mancata programmazione e poca attenzione per il settore della Polizia Locale. Per non parlare poi del mancato adeguamento del Regolamento della Polizia Locale a quello regionale che ne prescriveva l’adattamento entro gennaio del 2017, il mancato accantonamento per il riconoscimento della previdenza complementare e le mancate sanificazioni periodiche degli stabili comunali e dei veicoli di servizio necessari alla limitazione del contagio da COVID-19.

Attendiamo ora la convocazione dal Prefetto di Roma e auspichiamo di ricevere, invece delle risposte tramite il sito istituzionale dell’ente, una convocazione al fine di poter trovare una definitiva soluzione alle troppe ed annose problematiche che attanagliano da troppo tempo il personale del Comune di Tivoli.

Articolo Il Messaggero 24 novembre 2017