Osteria Salicicchia allagata per l’11° volta. Al parcheggio delle Fortezze voragini per fogne saltate (video)

Gaetano Alaimo

NewTuscia – VITERBO – Un’ora circa di acquazzone e Viterbo torna una piscina. Come prima. Più di prima. E, puntuale, la zona di San Pietro e l’osteria Salicicchia si allagano con danni per l’attività di ristorazione e un nulla di fatto dopo anni di promesse del Comune di Viterbo di risolvere la questione.

Sono esasperati i gestori del ristorante pizzeria di zona San Pietro, che sono arrivati all’11° allagamento della loro attività dopo che, da anni, avevano ricevuto rassicurazioni per la risoluzione del problema cronico degli allagamenti dovuti alla particolare posizione del sito.

“Per ogni allagamento che abbiamo avuto (e siamo a quota 11) ho un’immagine fotografata in mente. Quella dell’allargamento di stasera è questa (con foto della figlia, ndr) . Ho fatto questa foto con le lacrime agli occhi. Mia figlia di 5 anni seduta sul suo tavolo da gioco che stringe il suo orsetto e guarda impaurita l’acqua che entra mentre noi facevamo tutto il possibile per bloccarla ed asciugarla. Non aggiungo altro……. Non ci riesco”.

E’ questo lo sfogo del titolare che, dopo 11 allagamenti, non sa più cosa fare e a chi rivolgersi per trovare una soluzione.

Una situazione conosciuta: tombini intasati, lavori mai fatti per evitare che l’acqua arrivi tutta insieme nell’attività di ristorazione, area sporca che, con gli allagamenti, porta rifiuti di ogni tipologia in questo punto. Ieri l’acqua era davvero tanta ma mai si è intervenuti dopo le innumerevoli segnalazioni. Intanto a Viterbo ieri strade allagate in quasi tutti i punti critici, dalla provinciale Teverina alla Cassia passando per vie di lunga percorrenza come via Garbini e via della Palazzina.

Nel parcheggio delle fortezze si sono aperte delle voragini dovute alle sottostanti fogne che sono saltate a causa dell’enorme portata d’acqua delle precipitazioni.  Qualche tombino aperto  stamani è stato ripristinato dal settore lavori pubblici del Comune. In azione la Polizia locale, chiamata in reperibilità, per gestire la situazione eccezionale per il traffico e la sicurezza pubblica.