La voce dell’Amazzonia: Roma per la sensibilizzazione unisce moda e cultura

NewTuscia – ROMA – Non sempre le grida sono lo strumento più adatto per attirare l’attenzione su di sé. Non funzionano: occorre pazienza, gentilezza, il più delle volte. Ma non in quest’occasione. Perché, questa volta, Ciampino sceglie di urlare e con lei Roma, e tutta la città e la periferia; l’intero Occidente dovrebbe pretendere di essere ascoltato quando a parlare è una regione intessuta d’alberi senza più abiti né polmoni.

Alejandra Mena
Alejandra Mena
Sandra De Jesus
Sandra De Jesus

L’Amazzonia sta morendo, si sta spegnendo lentamente: siccità e incendi dolosi la scarnificano e la sua spiccata biodiversità sta scomparendo. Il PalaCavicchi, noto locale alle porte di Ciampino, ospiterà venerdì 25 settembre 2020 l’evento dal nome “Stella della Natura” – concepito dall’Associazione Ubai, ideata dalla Presidentessa Sandra De Jesus– e nato per sensibilizzare in particolar modo l’Occidente circa la drammaticità della situazione in Amazzonia, ma anche del Brasile e di altre regioni dal valore indicibile, come il Pantanal. La velocità delle notizie, ai giorni d’oggi, è talmente rapida da fagocitare l’attenzione del mondo, ma a un anno dall’inizio della vicenda, mentre impazza, incessante, il Covid-19, in pochi si ricordano di fermarsi, quando farlo potrebbe essere, invece, fondamentale. Ecco in che contesto si insinua la celebrazione romana: tra sfilate all’insegna della bellezza e della figura femminile, passando per la celebrazione della poesia e della cultura tout court, fino ad arrivare all’anima jazz di Marcia Sedoc, presidentessa di giuria. Ma i nomi non si esauriscono qui: presenzieranno Pasquale di Gregorio, Direttore Europeo dell’International Union of Bilateral Chambers of Commerce and Industry, nonché padrino del concorso; il Dottor Angelo Strazzella, direttore della s.r.l. “Enosi”; Salvatore Romano, noto imprenditore milanese; e ancora Mister Red, speaker radiofonico e Presidente della “Red Fashion Talent Agency”, nonché Presidente dell’etichetta discografica indipendente “Red Saw Records”, seguito da Sara Jo, direttrice artistica e insegnante di portamento e bon ton della sua scuola “Anastasia Fashion”; e per finire, Helena Romanova, celebre stilista e violinista dell’Orchestra di Mosca, già attivista nel campo e supporter dell’evento.

La serata sarà arricchita dalla collaborazione degli artisti: Maimouna Ba, Waly Ba, Mayreli Morales, Valeria Vincenzi.

Ma oltre la cerimonia e i riti ad essa legati, “Stella della Natura” assesta i toni neri e drammatici del disastro culturale con una focalizzazione tutta incentrata sulla celebrazione della bellezza della donna e della sua grazia, con l’aiuto delle Miss, dai tredici ai ventotto anni, le quali sfileranno con vestiti e borse naturali realizzati con materiali bioetici, comunicando il loro messaggio di sensibilizzazione. Per l’occasione, indosseranno l’abito nero in allusione al potere del fuoco, che tutto distrugge e tutto abbatte, fuorché la speranza e la bellezza. E, riprendendo la voce di Fëdor Dostoevskij, “Stella della Natura” ancora ha fiducia, e con essa tutti i suoi partecipanti, scommettendo a gran voce che “la bellezza salverà il mondo”.

L’organizzazione è stata realizzata a cura di AgapEventi, orchestrata da Alejandra Mena e dal co-conduttore Marlon Rosero.

Beatrice Michelazzi