Ancora consiglierI eletti tra le fila del movimento Italia dei Diritti

Il movimento fondato e presieduto dal giornalista Antonello De Pierro si rafforza nella valle dell’Aniene conquistando tre seggi nel comune di Percile
NewTuscia – ROMA – Riceviamo e pubblichiamo. Continua la crescita del movimento Italia dei Diritti che anche in questa tornata elettorale per le amministrative riesce a conquistare altri consiglieri che si vanno aggiungere agli eletti tra il 2018 e il 2019 andando a rafforzare quelli che sono i numeri dei consiglieri eletti nei comuni della provincia romana consolidandosi sempre più come il movimento o partito politico con più eletti nei consigli comunali dei comuni al di sotto dei 15.000 abitanti della città metropolitana di Roma capitale. A dare risposte positive alla politica messa in campo dal movimento Italia dei Diritti sono stati gli elettori del comune di Percile dove il movimento ha conquistato l’intera opposizione andando così a rafforzarsi anche nella valle dell’Aniene zona alla quale il movimento tiene particolarmente e dove sta concentrando la propria battaglia contro il caro pedaggi della A 24.
Il responsabile provinciale romano del movimento Carlo Spinelli interviene sul risultato conseguito: “È’ stato senza dubbio un risultato positivo quello ottenuto nel comune di Percile dove, con una lista senza alcun candidato percilese, abbiamo sfiorato il 30% dei consensi e dato filo da torcere al neo sindaco eletto. Già durante la campagna elettorale c’era il sentore che si poteva ottenere un ottimo risultato ed il nervosismo dimostrato più volte dai candidati della compagine avversa ne era la dimostrazione – continua Spinelli – tanto è che durante il comizio di chiusura della nostra lista ci sono stati episodi poco simpatici che hanno visto più volte i sostenitori del candidato sindaco che si opponeva al nostro Giovanni Ziantoni tentare di interrompere sia il sottoscritto che il nostro presidente Antonello De Pierro con l’intento di provocare una nostra reazione sconsiderata che comunque non c’è stata. Purtroppo in questi piccoli comuni chi viene da fuori ad insidiare la leadership politica dei locali viene sempre visto in malo modo perché rischia di interrompere quel feudalesimo famigliare che si crea sempre più frequentemente in questi comuni e che il nostro movimento invece vuole combattere per riportare la legalità e la democrazia all’interno della casa comunale dei comuni stessi. A Percile – va avanti ancora l’esponente IDD – non ci siamo riusciti per poco ma siamo comunque contenti per il risultato ottenuto che ci permette di rafforzare ancor di più la nostra presenza nella provincia romana ed in particolare nella valle dell’Aniene dove oramai siamo diventati una splendida realtà che inizia ad intimorire le forze politiche presenti che cominciano ad avere la consapevolezza che Italia dei Diritti può fungere da organo di controllo nella gestione dei comuni, delle unioni comunali e della comunità montana della valle dell’Aniene.
A conclusione dico grazie al candidato Sindaco Giovanni Ziantoni per l’impegno profuso che gli ha permesso ed ha permesso al movimento di ottenere questo risultato”. Giovanni Ziantoni responsabile del movimento per Vicovaro che più volte ha denunciato la mala gestione comunale del sindaco del paese della valle dell’Aniene è pronto a dare battaglia in consiglio comunale a Percile:” Sono soddisfatto del risultato raggiunto – esordisce così il consigliere neo eletto nel consiglio comunale di Percile – anche se devo dire la verità ad un certo punto della campagna elettorale avevamo accarezzato la possibilità di poter vincere, non ci siamo riusciti ma il risultato ottenuto e comunque notevole. Vorrei ringraziare il presidente Antonello De Pierro ed il responsabile provinciale romano Carlo Spinelli per la fiducia che mi hanno accordato e per avermi sostenuto in questa campagna elettorale.Vorrei inoltre ringraziare il responsabile per la Valle Ustica Mattia Cola e di Percile Daniele Vitelli che sono stati fondamentali per il raggiungimento di questo risultato. Prometto ai residenti di Percile che mi hanno accordato la loro fiducia sotto forma di consenso elettorale – conclude Ziantoni – un impegno costante nell’opera di controllo sulla nuova amministrazione uscita dalle urne del 20 e 21 settembre affinché governi Percile in maniera democratica e trasparente andando a denunciare tutto ciò che di sospetto emergerà durante questa legislatura”.