Luca Giampieri, si rafforza la pattuglia dei sindaci trentenni nella Tuscia. Buon lavoro da NewTuscia.it

Gaetano Alaimo

NewTuscia – CIVITA CASTELLANA – La vittoria di Luca Giampieri a Civita Castellana rafforza quella che considero la novità più importante della politica viterbese degli ultimi anni: l’affermarsi di una nuova generazione di sindaci trentenni con idee nuove e voglia di fare bene.

Luca Giampieri segue sindaci come Luca Profili a Bagnoregio, Emanuele Maggi a Bassano Romano, Stefano Bigiotti a Valentano, Leonardo Zannini a Castiglione in Teverina e altri ancora. Una nuova generazione, a volte figlia d’arte, come nel caso di Luca, figlio dell’ex sindaco civitonico Massimo Giampieri, a volte no. Ma questo non conta. Conta, invece, il lavoro che una new generation di primi cittadini made in Tuscia sta facendo e farà, in primis, per modernizzare una terra che da tanto, troppo tempo, vuole emergere e promuovere al meglio le proprie potenzialità.

Civita Castellana è un paese molto importante, forse politicamente il secondo centro della Tuscia dopo Viterbo. Un sindaco come Luca Giampieri, giovane, con tradizione alle spalle e vincente al primo turno, non potrà che portare un vento nuovo in un momento molto difficile tra emergenza Covid-19, crisi economica e allontanamento dalla politica di tanta gente. La concomitanza con il referendum popolare che, nettamente, ha approvato il taglio dei parlamentari, segna l’inizio di un nuovo periodo che dovrà portare a riforme politiche, sociali ed economiche. Anche nella Tuscia tutto ciò avrà eco e, un Comune come Civita Castellana, sarà al centro delle scelte regionali e nazionali.

Il nuovo sindaco dovrà confrontarsi con il Distretto industriale del suo paese, unico nell’alto Lazio e tra i più importanti d’Italia. La crisi del comparto ceramico prima e, quindi, l’emergenza Covid-19 tra cassa integrazione e calo dei fatturati, stanno mettendo a rischio il polo ceramico e la tenuta economica di tutta la Tuscia. Giampieri dovrà gestire questo passaggio e fare sinergia con il mondo economico e sindacale locale.

La netta affermazione di Giampieri non può che essere un ottimo punto di partenza per questo lavoro che il neo primo cittadino dovrà fare da subito. Politicamente dovrà tenere unito il centrodestra e coagulare intorno a sé un consenso ampio per lavorare senza patemi d’animo.
Ma siamo certi che ci riuscirà senza problemi!

Buon lavoro dalla nostra redazione sindaco Giampieri!