Parcheggio tra Cciaa ed ex Inpdap “sedotto e abbandonato”: da 3 mesi si attende l’asfaltatura

NewTuscia – VITERBO – In amore il peggiore dei fatti è l’essere illusi. Su questo difficilmente si può essere smentiti. Da cittadini-utenti è la stessa cosa: quando un cartello pubblico, fatto per l’ordinanza di un’autorità pubblica per motivi di carattere pubblico sta lì dal 17 giugno e nulla si è mosso, tranne l’abbandono e la monnezza, allora sì, ci sentiamo illusi.

Eravamo stati noi di NewTuscia, con l’aiuto di Viterbo2020, che aveva fatto le segnalazioni formali agli uffici comunali, a permettere la ripulitura del parcheggio comunale sito tra area ex Inpdap, Camera di Commercio e viale Raniero Capocci, oggetto di discarica abusiva da anni e con strada (ancora) disastrata. Ed avevamo anche creduto che, questa volta, il Comune di Viterbo non ci deludesse…e invece…invece a esattamente tre mesi dall’articolo e video roboanti, abbiamo dovuto constatare, da “innamorati” della notizia “bomba” che avevamo dato, che Palazzo dei Priori ci ha illusi. Ancora una volta.

Il parcheggio in questione, ridotto come vedete alla data di oggi (foto scattate la mattina del 16/09), non solo è ancora lì senza un minimo accenno di lavori ma, nel frattempo, è tornato ad essere usato come minidiscarica dei passanti incivili (tanto nessuno ci va per ora…).

Il sindaco di Viterbo Giovanni Arena ci aveva confidato, per onor di cronaca, che l’asfaltatura non sarebbe partita prima della fine dell’estate: abbiamo voluto sperare che fosse solo una previsione pessimistica. Invece no, era proprio così. Sempre che i tempi non si allunghino oltremodo visto che nessun mezzo operativo ancora si vede nel punto.

Il problema è che sia i dipendenti di Camera di Commercio ed ex Inpdap, oltre ai tanti lavoratori degli uffici privati e negozi tra via Marconi e corso Italia, parcheggiavano in quest’area e, da settimane, si chiedono che ne sia dei lavori pubblici annunciati e mai fatti finora.
Sul cartello di divieto di sosta per inizio lavori, datato 17 giugno, c’è scritto: “…fino al termine dei lavori”. Delle due l’una: o il Comune di Viterbo aveva previsto di iniziare subito i lavori e invece c’è stato qualche intoppo o la programmazione è questa.

Aspettiamo!

Gaetano Alaimo

Giornalista iscritto all'Albo dal 2002. Ha collaborato al Messaggero di Viterbo per 4 anni. Ha diretto prima Ontuscia.it e dal 2008 dirige NewTuscia.it. A Tele Lazio Nord conduce "Luce Nuova sui fatti", trasmissione settimanale di approfondimento tematico in onda il giovedì alle 21