Scuola, Aurigemma (FdI): “circa 50% comuni lazio ha emesso ordinanze per rinvio apertura”

NewTuscia – ROMA – “Leggiamo le dichiarazioni piene di enfasi dell’assessore Di Berardino, con le quali di fatto annuncia il fallimento della regione sull’apertura del nuovo anno scolastico, se si pensa che oltre il 50% dei comuni del Lazio ha emesso ordinanze per posticipare l’inizio al 24 e in alcuni casi addirittura al 28, lasciando migliaia di famiglie nel caos più totale, fino a poche ore prima del suono della campanella. La scelta di demandare la decisione ad ogni singolo istituto per l’inizio dell’anno scolastico non ha fatto altro che riempire di ulteriori problemi i sindaci, i dirigenti scolastici e i docenti. Se si pensa che alcuni comuni, vedi Viterbo, soltanto venerdì pomeriggio hanno deciso di posticipare l’apertura, allora si può ben immaginare che tipo di difficoltà hanno incontrato le migliaia di famiglie che non hanno avuto la possibilità di avere informazioni precise e dettagliate.

La nostra regione già paga a caro prezzo un presidente a mezzo servizio, impegnato fino a poche ore prima dell’apertura della scuola alla festa dell’Unità a Modena, non curante dei problemi della sua amministrazione. Se a questo si aggiunge un assessore che, prendendo esempio dal presidente Zingaretti, non fa altro che scaricare le sue scelte sugli enti di prossimità, possiamo paragonare la nostra regione ad una nave priva di guida. Ora l’assessore si assuma le sue responsabilità e cerchi di lavorare per far riaprire il prima possibile le scuole ancora chiuse, così come stanno facendo i sindaci, i docenti e i dirigenti scolastici. Sul diritto allo studio e alla salute dei nostri ragazzi non si può derogare. Qualcuno  spieghi all’assessore Di Berardino che è stato nominato, seppur non eletto, per provare a dare risposte ( positive o negative che siano) ai problemi della gente, e non a limitarsi al ruolo di “passacarte” tra le linee guida del ministero e le difficoltà dei comuni. Si rimbocchi le maniche e si dia da fare”

Lo dichiara il consigliere di Fratelli d’Italia della regione Lazio Antonello Aurigemma