Mappa del credito Crif. il 44,7% degli abitanti del Lazio ha un finanziamento in corso

NewTuscia – ROMA – Riceviamo e pubblichiamo.

LA MAPPA DEL CREDITO NEL LAZIO

Nel Lazio il 44,7% della popolazione maggiorenne ha un rapporto di finanziamento in corso. L’accentuazione maggiore si registra a Roma, con il 48,0%, davanti a Latina, con il 45,9%, e a Viterbo, con il 44,7%. La propensione minore dei cittadini a far ricorso al credito per sostenere i propri progetti di spesa si registra, invece, a Rieti, con il 41,4%. L’incidenza dei mutui all’interno del portafoglio delle famiglie è più bassa rispetto alla media nazionale, con un peso pari al 18,0% sul totale, dato che colloca la regione al 14° posto assoluto della graduatoria nazionale, guidata dal Friuli Venezia-Giulia. I prestiti personali, invece, rappresentano il 33,2% del totale dei contratti di credito attivi mentre i prestiti finalizzati all’acquisto di beni e servizi spiegano il restante 48,7%.

A livello provinciale, Roma guida la classifica regionale per quanto riguarda l’incidenza dei mutui, con una quota del 23,2%Latina si distingue per un maggiore utilizzo dei prestiti finalizzati, con il 53,0%, dato che la colloca al 7° posto a livello nazionale, mentre Rieti vanta il primato relativamente ai prestiti personali, con una quota pari al 37,3% sul totale dei contratti di credito attivi.

Per quanto riguarda la rata media mensile, il Lazio si colloca al 12° posto assoluto, con una rata mensile pari a 309 euro, al di sotto della media nazionale. Entrando nel dettaglio provinciale spicca Roma che, con una rata media mensile pari a 370 euro, si posiziona al 23° posto assoluto nella graduatoria nazionale. Seguono Viterbo con 312 euro e Latina, con 297 euro.

Infine, relativamente all’ammontare residuo per estinguere i finanziamenti attivi troviamo il Trentino-Alto Adige al primo posto del ranking nazionale, con 43.546 euro pro capite, mentre il Lazio, con 30.950 euro, si colloca all’11° posto. La provincia laziale in cui l’esposizione residua risulta essere più elevata è Roma, con 45.297 euro (al 3° posto assoluto nel ranking nazionale capeggiato da Bolzano con 52.168 euro), in virtù del peso significativo della componente mutui collegato ad abitazioni di valore sovente superiore alla media. Quella che risulta meno esposta è Frosinone, con un 23.749 euro.