Torna il Trofeo Fagioli, tra memoria e regole anti-Covid

Predisposte tutte le misure previste per il contrasto all’epidemia. L’organizzazione consegna ai sanitari il Memorial Barbetti

Il vicesindaco Alessia Tasso: “Un appuntamento importantissimo per l’amministrazione e per tutta la città”

NewTuscia – GUBBIO – Sono 218 i piloti iscritti al 55° Trofeo Luigi Fagioli che si sono dati appuntamento a Gubbio nel weekend: anche loro, insieme agli organizzatori e al Comune di Gubbio, hanno deciso di buttare il cuore oltre l’ostacolo e di prendere parte a un’edizione che si preannuncia più che mai emozionante.

La cronoscalata umbra è stata presentata questa mattina nella Sala Trecentesca di Palazzo Pretorio, sede del Comune in Piazza Grande, alla presenza, tra gli altri, degli organizzatori del Comitato Eugubino Corse Automobilistiche (CECA), che hanno illustrato programma e novità dell’edizione 2020, del vicesindaco di Gubbio Alessia Tasso, dell’assessore al Turismo Oderisi Nello Fiorucci, del direttore di gara Fabrizio Fondacci, di alcuni rappresentanti di ACI Sport e dei due campioni attesi protagonisti del Trofeo, Simone Faggioli e Christian Merli.

“Un appuntamento di grande importanza per l’amministrazione comunale ma più in generale per tutta la città – ha detto in conferenza stampa la vicesindaco Alessia Tasso – che segna il ritorno, in circostanze complesse dovute ad un’emergenza purtroppo ancora in atto, di una delle poche manifestazioni sportive che siamo riusciti a mettere in piedi in questo 2020. Non è un caso che si tratti proprio del Trofeo Fagioli, da sempre importante e significativo esempio di quanto possa essere proficua e fondamentale la collaborazione tra associazioni, amministrazione, privati, anche e forse soprattutto in momenti complicati come quello che stiamo vivendo”.

Il Trofeo Fagioli quest’anno si svolgerà nel rispetto delle normative sportivo-sanitarie richieste dalle regole anti Covid e senza la presenza di pubblico, circostanza che ha spinto gli organizzatori a propendere per una diretta video: AranciaLive trasmetterà le due salite di gara di domenica con partenza alle 9.  “E’ bello vedere che un appuntamento come il trofeo Fagioli, anche in questa estate 2020 – ha sottolineato l’assessore al Turismo e alla Cultura Oderisi Nello Fiorucci – potrà tornare ad animare la città. A inizio stagione eravamo in pochi a credere nella possibilità anche solo di pensare di dar vita a manifestazioni sportive e di carattere culturale quest’anno: eppure abbiamo scelto di rischiare, e, considerando l’enorme flusso turistico di questi giorni, abbiamo fatto bene. Il turista che arriva a Gubbio, mi preme sottolinearlo, ci sceglie in quanto città bella e sicura, ed è un turista accorto, che indossa la mascherina e tiene le distanze. Abbiamo scelto di fare una promozione attenta, scrupolosa e “su misura” del visitatore, e i numeri di questi giorni ci stanno dando ragione”.

Anche l’assessore allo Sport Gabriele Damiani si è soffermato sul “significativo risultato raggiunto confermando questa manifestazione, che, da un lato, evidenzia ancora una volta la fiducia che l’amministrazione ripone nell’associazionismo in generale e nel CECA nello specifico e, dall’altro, conferma la volontà di proseguire convintamente nella strategia di promozione turistica anche attraverso lo sport”. Damiani ha ringraziato il presidente del CECA Luca Uccellani e tutti i volontari “per aver saputo introdurre, negli anni, elementi di innovazione fondamentali a garantire la continuità del Trofeo”

A latere della conferenza stampa è stato consegnato il Memorial Angelo e Pietro Barbetti, assegnato quest’anno a tutti gli operatori della sanità italiana. Il presidente del Ceca Uccellani ha sottolineato la scelta di “valicare  i confini motoristici per non dimenticare ciò che si abbiamo vissuto in primavera e che tuttora, purtroppo, stiamo vivendo in Italia e nel mondo”. A ritirare il Memorial, opera realizzata dall’artista eugubino Leonardo Fumanti, è stato un rappresentante dell’Ordine dei Medici di Perugia, il dottor Marco Caporali, medico impegnato anche come ispettore antidoping a livello internazionale. Un momento emozionante e intenso, che ha visto il dottor Caporali commuoversi nel pensiero e nel ricordo dell’impegno e del sacrificio di tanti colleghi e sanitari che si sono spesi fino allo stremo delle forze per contrastare l’emergenza in atto.

Per quanto riguarda la gara (tutte le note tecniche, organizzative e il programma sono su www.trofeofagioli.it) sono già pronte per i piloti mascherine e termoscanner. Le verifiche tecniche delle vetture si terranno domani, venerdì, dalle 11 alle 19 nel paddock allestito presso lo stadio “Pietro Barbetti”, considerata “area protetta” e vietata al pubblico. Sabato 22 agosto per le prove ufficiali delle 9.30 e domenica 23 agosto per le due salite di gara delle 9, le auto ammesse al via usciranno dal paddock e seguiranno un tragitto delimitato e presidiato da commissari di percorso fino al raggiungimento della linea di partenza, per poi lanciarsi lungo i 4150 metri del tracciato eugubino, chiuso al pubblico. Sabato e domenica la strada interessata sarà chiusa con decreto prefettizio dalle 6 fino al termine delle competizioni.

Le modifiche alla circolazione

Ecco le principali modifiche che subirà l’ordinaria circolazione dei veicoli nei giorni 22 e 23 agosto:

  • Apertura al transito veicolare della strada di Sant’Ubaldo per accedere al Monte Ingino, dalle ore 6 del 22 agosto 2020 alle ore 20 del 23 agosto 2020 e chiusura al transito pedonale per lo stesso periodo del percorso dell’acquedotto medievale;
  • Sospensione della chiusura fisica di Via Cavour nei giorni 22 e 23 agosto 2020 dalle ore 6.00 alle ore 20.00 e anticipo della chiusura del varco di accesso alla ZTL di Via Cavour alle ore 11.00 dei giorni 22 e 23 agosto 2020;
  • Divieto di transito e divieto di sosta con rimozione in Viale del Teatro Romano, tratto compreso tra Via Paruccini e Largo della Pentapoli (ambo i lati) nei giorni 22 e 23 agosto 2020 dalle ore 8.00 alle ore 20.00
  • Divieto di transito in Via Tifernate, tratto compreso tra Via Platone e Largo della Pentapoli nei giorni 22 e 23 agosto 2020 dalle ore 8.00 alle ore 20.00; il transito può essere saltuariamente (fino a concorrenza del posti disponibili) consentito fino a raggiungere il parcheggio di S. Lucia e S. Benedetto;
  • Divieto di transito il 22 e 23 agosto 2020, dalle ore 8.00 alle ore 20.00:
  1. in Via Paruccini, tratto compreso tra Via B. Ubaldi e Viale del Teatro Romano;
  2. in Viale Leonardo da Vinci, tratto compreso tra Via del Botagnone e Via Paruccini;
  • Divieto di sosta con rimozione in Via Borgo S. Lucia e Via Bonarelli (fino al rettilineo di partenza sito in Borgo Santa Croce) dalle ore 6.00 del 22 agosto 2020 alle ore 20.00 del 23 agosto 2020;
  • Divieto di sosta con rimozione ed istituzione del doppio senso di circolazione dalle ore 7.00 del 22 agosto 2020 alle ore 20.00 del 23 agosto 2020 in Via Rousseau;
  • Divieto di transito e divieto di sosta con rimozione dalle ore 7.00 del 21 agosto 2020 alle ore 20.00 del 23 agosto 2020, ad esclusione delle vetture da competizione, relativi camion, carri attrezzi e mezzi di assistenza:
  1. in Via del Botagnone, tratto compreso tra l’area del chiosco ivi situata e l’area camper (che rimarrà raggiungibile dal lato sud di Via del Botagnone);
  2. nel parcheggio antistante l’ingresso dello Stadio Barbetti, del parcheggio esterno all’area camper lungo Via del Botagnone, del parcheggio della palestra polivalente dalle ore 7.00 del 21 agosto 2020 alle ore 20.00 del 23 agosto 2020,
  • Divieto di sosta con rimozione nel parcheggio antistante il Circolo Tennis dal 21 al 23 agosto 2020;

L’organizzazione della Gara garantirà l’accesso e l’uscita al/dal parcheggio dell’ex Seminario ed al/dal parcheggio del Teatro Romano con direzione di percorrenza in ingresso e in uscita Largo Porta Marmorea – Via Matteotti – Viale del Teatro Romano nei giorni 22 e 23 agosto 2020 dalle ore 8.00 alle ore 20.00 e la riapertura al traffico veicolare nei giorni di sabato 22 e domenica 23 agosto 2020 nell’intervallo tra la prima e la seconda manche di gara.