Gola del Bottaccione, riaperto il ponte per passaggio all’acquedotto medievale

NewTuscia – GUBBIO – Dopo la posa del nuovo ponte, in località Bottaccione, lungo la S.R. 298 Eugubina, è riaperto il passaggio all’Acquedotto Medievale. Si sono infatti conclusi i lavori del progetto per la valorizzazione dei percorsi degli Antichi Umbri. Siamo nella “Gola del Bottaccione”, un contesto geologico, architettonico, storico di grande valore che grazie all’Acquedotto Medievale che la costeggia, sulle pendici del Monte Ingino, fino a raggiungere la parte alta del centro Storico di Gubbio, offre ai visitatori un’occasione per percorrere un tracciato storico e naturalistico molto suggestivo: l’ardita opera architettonica dell’acquedotto medievale, il panorama sulla gola del Bottaccione, la vista dell’Eremo di S. Ambrogio, sospeso tra cielo e terra, le antiche mura urbiche e il panorama sul centro storico.