Incendi, Raniero Maggini (Wwf Roma e Area Metropolitana): “Segnaliamo subito”

NewTuscia – ROMA – Raniero Maggini  Presidente del WWF Roma e Area Metropolitana interviene sul tema degli incendi boschivi. Il fuoco, specie in estate, è capace di distruggere interi habitat e specie animali e vegetali, sommando la sua azione a tutte quelle negative che i nostri pochi sopravvissuti boschi subiscono durante tutto l’arco dell’anno (tagli sconsiderati di alberature sul territorio, la mania dei rallies di automobili e moto nei sentieri più interni anche di aree protette, dispersione di rifiuti anche pericolosi di ogni tipo, costruzioni abusive, ecc.).

Boschi e foreste, assieme all’acqua e agli strati dell’atmosfera, sono i pilastri insostituibili che consentono la nostra vita! Eppure, soprattutto nel periodo estivo, grandi porzioni di territorio subiscono il passaggio delle fiamme con degli incendi che quasi sempre, sono provocati proprio dall’uomo, spesso per personali e biechi interessi economici a vario titolo, a volte per pura follia. Più raramente anche per distrazione e noncuranza, purtroppo… E ormai da anni questo accade anche all’interno di aree urbane molto abitate, spesso aggredendo una risorsa vitale per Roma Capitale e per gli altri comuni come quella dei parchi urbani nei quali siamo soliti cercare un po’ di rilassamento e refrigerio. Soprattutto in questo 2020 che ha visto sconvolta la nostra vita e ci costringerà anche per i prossimi mesi a vivere con molte accortezze, la fruizione del verde, anche all’interno delle città, assume un valore ancora più prezioso, quasi una sorta di “riparazione e recupero interiore” a quanto è accaduto a livello sanitario e che ancora non ci siamo lasciati alle spalle.

Una volta in più, quindi, noi stessi in questa prossima estate, potremo essere vere e proprie sentinelle delle aree verdi, svolgendo una funzione insostituibile per la nostra esistenza in salute: AVVISIAMO chi di dovere quando vediamo focolai di incendi.  ANCHE COSI’ POSSIAMO SALVARE UN BOSCO!! Sia se siamo riusciti ad andare qualche giorno in vacanza, sia se non abbiamo potuto farlo e siamo rimasti in città, gli attivisti del WWF Roma e Area Metropolitana ripetono anche quest’anno e con maggior vigore un appello valido per tutti: quello di segnalare tempestivamente alle autorità competenti ogni focolaio di incendio o colonna di fumo ovunque ci troviamo. Se siamo in vacanza in montagna o frequentiamo luoghi con boschi facciamo mille volte attenzione a non accendere mai fuochi per mangiare, facciamolo solo in luoghi attrezzati. Non adottiamo mai comportamenti che possano far scoppiare la scintilla dell’incendio e se avvistiamo del fumo avvisiamo subito uno dei seguenti numeri, loro sapranno dirci esattamente cosa fare:
– 112 numero Unico di Emergenza;
– 1515 numero Emergenza Ambientale del Corpo Forestale dello Stato, assorbito dall’Arma dei Carabinieri;
– 115 numero dei Vigili del Fuoco;
– 803555 numero verde della Sala Operativa della Protezione Civile della Regione Lazio.
Per consentire inoltre interventi rapidi ed efficaci, ricordiamoci di:
– indicare nome e cognome, verrà sempre chiesto dall’operatore;
– mantenere la calma e parlare con chiarezza, senza toni concitati;
– indicare subito con precisione la località (provincia e comune) dell’area che sta bruciando;
– segnalare se sul posto qualcuno sta già cercando di spegnere le fiamme o meno;
– non riagganciare fino a che l’operatore non conferma di aver ricevuto con chiarezza il messaggio

Per noi che abbiamo sempre a cuore le sorti dell’ambiente pensiamo inoltre che anche la fauna sopravvissuta all’incendio, che prima viveva in quei luoghi, se riuscirà a salvarsi sarà costretta ad andarsene verso altri posti, forse meno sicuri e ospitali. Intanto per il secondo anno consecutivo, su iniziativa del Nucleo WWF di Guardie Volontarie di Rieti, è in pieno svolgimento il servizio di avvistamento incendi all’interno della Riserva Naturale Regionale Nazzano, Tevere-Farfa con molti attivisti WWF impegnati e con le Guardie WWF che svolgeranno anche il pattugliamento a piedi, in particolare lungo le sponde del fiume Farfa. Per il secondo anno consecutivo, infatti, durante il mese di agosto il WWF è tornato a fornire supporto per il servizio di avvistamento incendi all’interno della Riserva Naturale Regionale Nazzano, Tevere-Farfa, una proficua collaborazione con l’Ente Parco tesa alla tutela di un bene di inestimabile valore, all’insegna della prevenzione. Il servizio si articola in turni di osservazione da postazione sopraelevata e in pattugliamenti del territorio secondo percorsi concordati di giorno in giorno. E proprio nella giornata del 10 agosto, alle ore 17.00, i volontari WWF hanno avvistato un principio di incendio nella Riserva lanciando l’allarme alle squadre della protezione civile che alle ore 18.00 riuscivano a circoscrivere e spegnere le fiamme