Capitan Arena sta per arenare?

Gaetano Alaimo

NewTuscia – VITERBO – Forza Italia abbandona il sindaco Arena. O, meglio, i tentennamenti che, fino ad ora, hanno portato a un quasi fallimento per l’attuazione del programma di coalizione, tra affidamento piscina comunale, opere pubbliche che sono una chimera e stato della città, diciamocela tutta, non è degno di una città capoluogo.

Dopo l’autosospensione di Giulio Marini dalla maggioranza e la riconsegna della delega sui rifiuti hanno seguito l’ex sindaco anche il fedelissimo Paolo Muroni e il giovane Matteo Achilli. Gli altri forzisti in consiglio comunale, Isabella Lotti ed Elpidio

Sindaco di Viterbo Giovanni Arena

Micci, per ora restano al loro posto ma è chiaro che un chiarimento generale ci sarà ad ore.

Non è dato sapere il perché dell’ammutinamento di metà azzurri ma quello che è evidente è la difficoltà del “capitano” Arena di guidare una maggioranza che ha visto in queste settimane prima lo scontro tra Fondazione ed il resto della maggioranza, quindi le richieste di maggiore spazio in giunta di Fratelli d’Italia (uscita giorni fa dal consiglio) e un sindaco che, rinfrancato solo dai tuffi domenicali dalle parti di Pescia Romana, ha varie volte paventato la possibilità del tutti a casa dopo Ferragosto.

Quello che Arena, che rischia seriamente di arenare nel bel mezzo dell’estate, non riesce ad ottenere, è, per continuare la metafora, una navigazione se non tranquilla almeno senza tempeste improvvise che lo rendono del tutto inefficace per realizzare alcuni dei punti del programma elettorale. E’ questo il motivo dell’autosospensione di Marini dalla maggioranza, “perché il sindaco non è nelle condizioni di lavorare così”.

La Lega, con il capogruppo Andrea Micci, nei giorni scorsi ha votato con l’opposizione lo stop ai lavori per l’affidamento della piscina comunale alla Fin, il tutto per avere prima un chiarimento sul comportamento di Fratelli d’Italia che erano usciti dal consiglio e, in soldoni, chiedono maggiore presenza nei posti che contano. Ora la crisi dentro Forza Italia, il partito del primo cittadino, che si trova ostaggio del dissidio tra Lega (con Fondazione vicina alle posizioni di Fusco ed i suoi) e FdI e senza possibilità di incidere sulla macchina amministrativa.

Giovanni Arena che, come dice Chiara Frontini, ha fatto dell’approccio “umano” la base della sua politica e della sua immagine pubblica sui social, in questo momento non può che sperare in maggiore flessibilità dei rapporti tra FdI e Lega e un ritorno alla “calma” di Santucci ed i suoi che, in mezzo alla maggioranza di centrodestra in crisi, potrebbero essere, nel bene e nel male, l’ago della bilancia.

I viterbesi, intanto, non possono che vedere gli effetti di una situazione politica del genere: strade sempre più mal ridotte, rifiuti in tanti tratti comunali senza controllo e erbacce che in molti punti del territorio (lo abbiamo documentato con NewTuscia Tv e Gold Tv Tuscia in tanti casi) sono lì da mesi e mesi.

Quando si tornerà a parlare di fatti per la città e non di equilibri politici?