Il consigliere Virgili esprime solidarietà agli amministratori dei comuni dove sono stati mandati i migranti potenzialmente infetti da corona virus

“ANCHE IL SINDACO DI CAPRANICA, NONCHÉ PRESIDENTE DELLA PROVINCIA, ESPRIMA SOLIDARIETÀ AI COLLEGHI LASCIATI SOLI DAL GOVERNO”

NewTuscia – CAPRANICA – Riceviamo e pubblichiamo.

“La recente fuga, dal centro di accoglienza di Orte, di due immigrati clandestini che avrebbero dovuto essere in quarantena, ha evidenziato come gli amministratori dei comuni siano stati lasciati soli dal Governo Conte. Anche in altre città, grandi e piccole, si registrano fughe isolate o in massa di persone potenzialmente infette dal Corona Virus.”

Lo dichiara Francesco Virgili, Consigliere Comunale e Capogruppo della Lista “Per Migliorare Capranica”.

“Mentre gli italiani sono stati costretti a rimanere chiusi in casa per mesi, hanno perso il lavoro e non sono stati debitamente aiutati – prosegue Virgili – gli stranieri che sbarcano sulle nostre coste con la complicità delle ONG, possono liberamente andarsene in giro costituendo un gravissimo pericolo sanitario per tutta la popolazione.

Occorre il blocco navale per arrestare l’opera degli scafisti che lucrano sulla pelle di queste persone e ristabilire un diritto sacrosanto: quello di rimanere nella propria terra di origine, senza essere costretti a morire in mare o essere sfruttati, una volta giunti in Italia, dalla criminalità organizzata.

Esprimo la massima solidarietà ai Sindaci e agli amministratori dei Comuni dove sono stati mandati in quarantena questi profughi – conclude Virgili – e invito l’amministrazione comunale di Capranica e il Sindaco Pietro Nocchi, che è anche Presidente della Provincia di Viterbo, a fare altrettanto ed esprimere vicinanza a questi colleghi vittime di un sistema deficitario.”

Francesco Virgili, consigliere comunale e Capogruppo della Lista “Per Migliorare Capranica”, Capranica (VT)