Giovanni Arena: “L’opposizione non comprende la possibilità di trasformare la città in un punto di riferimento nazionale”

NewTuscia – VITERBO – Non mi stupiscono le dichiarazioni rese pubbliche oggi dall’opposizione, che ha enfatizzato quanto accaduto ieri in sede di Consiglio Comunale trasformando la mancanza di numero legale in un referendum sulla fiducia della maggioranza al Sindaco.

Mi stupisce forse di più la ferma contestazione di questa minoranza ad una grande opportunità per la nostra città.

Vedere realizzato a Viterbo uno dei pochissimi centri federali del Paese significherebbe trasformare la città in un punto di riferimento nazionale per le discipline natatorie, con importanti appuntamenti sportivi, di livello nazionale ed internazionale, durante tutto l’anno e con un afflusso costante di presenze che gioverebbe indiscutibilmente alla città e alla sua ripresa.

Uguale procedura è stata ad esempio già adottata dal Consiglio Comunale di Trieste che ha scelto, con grande apprezzamento, di affidare alla FIN la gestione degli impianti natatori cittadini per 12 anni + 12. Mentre però il Comune di Trieste ha deciso di riconoscere alla Federazione un importo di 1 milione di euro all’anno per i primi 12 anni e di 800 mila euro per ogni anno del seguente rinnovo, nella delibera che andremo ad approvare – perfetta dal punto di vista della legittimità dell’atto – il Comune di Viterbo non corrisponderà nulla alla FIN, se non i lavori di straordinaria manutenzione.

Mentre quindi la minoranza rema fermamente contro una grande opportunità per la città, la mia maggioranza, che desidera che Viterbo diventi un centro di eccellenza nel panorama sportivo nazionale ed internazionale, prosegue il proprio lavoro con convinzione e con l’obiettivo di riconsegnare ai viterbesi, al termine del mandato, una città migliore.

Il Sindaco
Giovanni Maria Arena