“Migranti in quarantena senza alcuna condivisione con il comune”. Le reazioni dei sindaci della Tuscia all’arrivo dei 40 migranti a Valentano

VALENTANO – La notizia dell’arrivo dei 40 migranti nel comune di Valentano circolava già da qualche giorno, segnalata in prima battuta dal senatore Francesco Battistoni, che ha presentato un’interrogazione urgente al Ministro Lamorgese.

È stato poi il deputato Mauro Rotelli di Fratelli d’Italia a segnalarlo, meno di 24 ore fa fa sul proprio profilo facebook: “Com’era la storia del Governo che non lavorava con il favore delle tenebre? Queste le foto scattate alle 3 di notte circa a Valentano, documentano l’arrivo dei migranti nell’ex Convento dei Frati Minori, struttura individuata dal Ministero degli Interni per far trascorrere la quarantena ai probabili Covid positivi. Con buona pace dei Sindaci, della Protezione Civile, della Asl e della Croce Rossa. Nulla da aggiungere”.

Immediate le reazioni dei sindaci del viterbese, tra cui il sindaco di Bagnoregio Luca Profili: “Grave, anzi gravissimo quello che sta accadendo a Valentano in queste ore, dove nella notte passata sono arrivati un gruppo di migranti ed in questo momento il sindaco ancora non è stato messo al corrente della situazione. Chi li controllerà? Quale è la situazione sanitaria? Come è possibile non informare la massima autorità sanitaria del paese? La mia vicinanza all’amico e collega Stefano Bigiotti”.

Sull’arrivo dei 40 migranti a Valentano, si è espresso anche il sindaco di Capodimonte Antonio De Rossi, che dichiara: “Apprendo con grande disappunto che nella nottata 40 migranti sono stati trasferiti nella struttura dell’ex convento dei frati minori situata nel territorio di Valentano per trascorrervi la quarantena da Covid-19, cosi come il Sindaco Bigiotti aveva preannunciato denunciandone tutte le incongruenze ed illogicità al Prefetto di Viterbo.

Non è accettabile essere trattati in questa maniera da un governo che agisce senza alcun dialogo con i rappresentanti dei territori che, in questi mesi, hanno combattuto in prima persona e con tutte le loro forze la subdola battaglia dell’epidemia in atto.

Tutta la mia solidarietà e di tutti i capodimontani al Sindaco Bigiotti e tutta la comunità di Valentano che si ritrova a subire una situazione molto pericolosa e con la seria possibilità che la stessa sfugga ad ogni controllo, vista l’assoluta inadeguatezza ed inagibilità dei locali individuati nonché gli insufficienti controlli a disposizione, andando ad interessare anche le altre aree circostanti nella consapevolezza che i mesi che ci aspettano saranno fondamentali per la salvaguardia della incolumità sanitaria dei nostri territori ed una situazione di questo genere potrebbe vanificare tutti gli sforzi finora compiuti. Affermo con forza tutta la mia contrarietà a questa imposizione fuori da ogni logica ed auspico una comune azione di opposizione nelle opportune sedi attraverso i nostri attenti rappresentanti politici territoriali”.

Nel frattempo, il sindaco di Valentano Stefano Bigiotti esprime un ringraziamento a tutte le forze politiche che hanno dimostrato solidarietà al comune di Valentano: “Voglio ringraziare i tanti amici Sindaci, Amministratori, Parlamentari della Provincia di Viterbo per la vicinanza e la solidarietà mostrata al Comune di Valentano in queste ore complesse. Questo è l’orgoglio di un territorio che non si arrende”.