La regione Lazio promuove un bando di 850 mila euro per il rilancio delle imprese culturali

di Stefano Stefanini

NewTuscia – ROMA – Il rilancio delle attività culturali e creative del territorio  nelle finalità primarie della regione Lazio,  con singoli contributi  per un massimo di  30 mila euro, verrà concesso a fondo perduto per massimo l’80 % delle spese ammissibili. Le domande potranno essere inoltrate on Line dal 30 luglio al 1° ottobre 2020.

Il presidente della regione Nicola Zingaretti ha così riassunto le caratteristiche del bando: “L’impegno della Regione a favore della creatività non si ferma. Con un ulteriore investimento di 850 mila euro, che rientra nell’ambito del ‘Fondo della creatività per il sostegno e lo sviluppo di imprese nel settore delle attività culturali e creative’, interveniamo ancora una volta a favore del tessuto imprenditoriale del Lazio.

Sono oltre 100 le startup creative che siamo riusciti a finanziare nelle scorse quattro edizioni del bando. Le imprese potranno usufruire di un aiuto concreto, dagli oneri di costituzione agli adeguamenti strutturali passando per l’acquisto o la registrazione di brevetti fino alla promozione e la pubblicità e molto altro”.

La Regione Lazio si conferma in prima linea nel rilancio delle attività culturali e creative del territorio. È stato pubblicato l’Avviso pubblico “Startup Culturali e Creative 2020” per il sostegno all’avvio dell’attività imprenditoriale delle micro, piccole e medie imprese (MPMI) del Lazio che operano nell’ambito del patrimonio culturale e artistico, nel settore architettura e design, ma anche nella musica, nell’audiovisivo, nell’editoria, nella comunicazione e nel mondo dei videogiochi e software

Foto: www.laziocreativo.it

I progetti possono essere presentati dalle MPMI, inclusi i liberi professionisti, in forma singola e potranno essere realizzati anche a beneficio di una attività imprenditoriale svolta dall’impresa in una o più sedi operative sul territorio del Lazio.

Il progetto deve riguardare i settori ammessi, avere un importo complessivo non inferiore ai 20 mila euro ed essere realizzato e rendicontato entro 24 mesi, durata minima richiesta per lo svolgimento delle attività progettuali.

Ogni MPMI potrà presentare un unico progetto che riguardi l’avviamento o lo sviluppo di attività di impresa in uno degli ambiti su riportati; non sono ammissibili progetti presentati da soggetti che abbiano già beneficiato di contributi a fondo perduto concessi nel 2020 o nel 2019 dalla Regione Lazio, anche per il tramite di proprie società in house, sulla base di altri avvisi pubblici che riguardino gli stessi settori.

Il contributo, fino a 30 mila euro, verrà concesso a fondo perduto per un massimo dell80% delle spese ammissibili. Le domande potranno essere inoltrate dal 30 luglio al 1° ottobre 2020.

Tutte le informazioni e l’Avviso completo sono disponibili su: http://www.regione.lazio.it/rl/bandi-cultura/bandi/fondo-creativita-contributi-a-fondo-perduto-alle-micro-piccole-e-medie-imprese-innovative/