Barriere architettoniche nelle stazioni, Porrello (M5s): “Bene ok per verifica in tutte sedi laziali”

NewTuscia – ROMA – Lo scorso febbraio alla stazione ferroviaria di Civitavecchia si è verificato un fatto scandaloso, una passeggera disabile bloccata ore su un vagone in attesa di ausilio per poter superare le barriere architettoniche in banchina.

Quel fatto che tanto colpì l’opinione pubblica mi ha spinto a proporre all’aula di impegnare la Giunta a garantire la totale accessibilità per tutti i passeggeri della rete di trasporto regionale.

Il voto positivo dato dall’aula impegna l’assessore Alessandri a far verificare l’accessibilità delle stazioni alle persone con disabilità o persone a ridotta mobilità, soprattutto quelle classificate da RFI  “con servizi di assistenza ai viaggiatori con disabilità e a ridotta mobilità”, come quella di Civitavecchia. Il Lazio non deve lasciare nessuno indietro e nessuno bloccato su un treno a causa di infrastrutture inadeguate per un Paese civile.

Lo dichiara Devid Porrello, Consigliere M5S Lazio e Vicepresidente del Consiglio Regionale.
Devid Porrello
Consigliere M5S e Vicepresidente del Consiglio Regionale del Lazio