Gubbio, Stirati su Colognola: “Una sentenza che conferma la nostra correttezza”

NewTuscia – GUBBIO – Proscioglimento con formula ampia e sentenza di non luogo a procedere perché i fatti di reato contestati non sussistono: per l’ingegner Raffaele Santini e per la dottoressa Silvia Pagnottella,  dirigente  e responsabile del progetto per l’affidamento della direzione tecnica della discarica di Colognola, è arrivata una piena dichiarazione di innocenza. Santini e Pagnottella erano accusati di aver interferito nella gara “con mezzi fraudolenti e interferenze illecite”. Il gip ha emesso ieri una sentenza di assoluzione con formula ampia, dichiarando il non luogo a procedere per l’insussistenza dei fatti addebitati.

“Non avevo alcun dubbio circa la correttezza e la professionalità dell’ingegner Santini e della dottoressa Pagnottella – commenta il sindaco di Gubbio Filippo Stirati – e, malgrado le normative inerenti il tema discarica siano particolarmente stringenti, il pronunciamento netto del gip oggi finalmente cancella ogni dubbio. Il non luogo a procedere conferma il corretto comportamento dell’amministrazione comunale, sia formale che sostanziale, su un tema molto spinoso che ci vede sempre molto attenti e accorti. La correttezza dell’operato dimostrata sia dal dirigente sia dalla responsabile del procedimento dimostrano la piena legittimità del nostro operare, della quale siamo stati sempre fermamente convinti, e che oggi, ancora una volta, possiamo dimostrare”.