Rettifica su intervista rilasciata dal presidente della sezione “Aniene e Monti Lucretili” di Italia Nostra

NewTuscia – ROMA – Chiedo cortesemente di pubblicare una rettifica alla mia intervista, in qualità di presidente della sezione “Aniene e Monti Lucretili” di Italia Nostra (IN), diffusa dall’ufficio stampa del Consiglio Regionale del Lazio in data 9 maggio 2020, e riguardante i problemi di tutela dell’ambiente e dei monumenti nel territorio della sezione.

La rettifica riguarda il seguente passo: “Sia nei parchi che nelle aree protette gestite dagli uffici di Roma Capitale (ex-provincia) – spiega Boldrighini – si registrano in generale mancanza di fondi, scarsità e spesso – ma non sempre – scarsa qualificazione del personale e inadeguata sorveglianza.”

Il testo, nato dalla contrazione di un precedente testo, e purtroppo sfuggito alla mia revisione, sembra attribuire “scarsa qualificazione” al personale del Servizio Aree Protette della città metropolitana (ex-provincia) di Roma.  In realtà si riferiva alla riduzione delle competenze naturalistiche nella gestione dei parchi regionali, e non certo al Servizio Aree Protette della ex-provincia, che noi della sezione “Aniene e M. Lucretili” di Italia Nostra ben conosciamo per lunga collaborazione, e apprezziamo moltissimo per la motivazione e la competenza dei funzionari.

Mi scuso con i lettori, e con i funzionari del Servizio Aree Protette, sulla cui importante attività mi ripropongo di scrivere in dettaglio in altra occasione.

Carlo Boldrighini, presidente della sezione “Aniene e M. Lucretili” di Italia Nostra