Ammortizzatori sociali, Uiltrasporti Lazio: il tempo è scaduto, erogare subito ai lavoratori pulimento e logistica gli importi

NewTuscia – “Abbiamo scritto al Ministero del lavoro e delle politiche sociali, all’Istituto Nazionale per la Previdenza Sociale, e per conoscenza al Presidente della Regione Lazio e al Sindaco di Roma, sulla gravissima mancata erogazione degli ammortizzatori sociali, che non può essere ulteriormente sopportata dai lavoratori!”. Così il Commissario straordinario, Gian Carlo Serafini, e il Coordinatore Regionale, Alessandro Bonfigli, della Uiltrasporti Lazio, che spiegano: “Nonostante ripetute rassicurazioni, i lavoratori che operano nel settore merci, logistica e pulimento delle scuole pubbliche di Roma, degli Ospedali del Lazio e delle imprese private, ancora attendono l’erogazione dei loro compensi, con gravissime ripercussioni sul reddito delle famiglie ed in alcuni casi irreparabili danni sociali.

“Chiediamo – proseguono Serafini e Bonfigli – non solo di conoscere lo stato reale e i tempi certi delle liquidazioni dei pagamenti dei trattamenti “Covid”, ma di dar corso velocemente alle erogazioni ai tanti lavoratori che ancora le stanno aspettando.

“Ci risulta che in alcune Regioni sono già in via di esaurimento le risorse assegnate per la cassa integrazione in deroga delle prime nove settimane, così come anche quelle in capo all’Inps. Nessuno lavoratore deve essere lasciato indietro, tanto più quelli del pulimento e della logistica, dimenticati nonostante il grandissimo contributo che hanno dato nei momenti più difficili negli ospedali e nelle spedizioni.

“Chiediamo un confronto di verifica immediata per tutte le gestioni, ordinarie e “covid”, delle disponibilità finanziarie per CIGO, FIS, Cassa in Deroga, con una rendicontazione dei periodi effettivamente fruiti e degli importi effettivamente spesi, per recuperare risorse da destinare a nuovi periodi dei trattamenti.

“Infine, auspichiamo la modifica normativa nel decreto Rilancio, per aumentare i periodi di massimo di utilizzo di questi strumenti e il loro relativo finanziamento, per consentire alle aziende del Lazio di accedere in tempi certi agli ammortizzatori ordinari”.