Orte: in cammino per la rivalutazione della rete dei sentieri della Valle del Tevere

Stefano  Stefanini

NewTuscia – ORTE – A circa un anno dall’inaugurazione e in occasione della ripartenza delle attività fisiche all’aria aperta, ovviamente con tutte le precauzioni, si stanno riscoprendo  da parte dagli amanti del trecking la rete di sentieri dotati di segnaletica Club Alpino Italiano: a partire dal primo sentiero che collega Orte con Orte Scalo, attraversando zone interessantissime sia dal punto di vista ambientale che storico-archeologico.

Ovviamente i sentieri hanno bisogno di manutenzione e falciatura, operazioni che in questi tempi sono state realizzate per il verde pubblico, parchi e giardini.

Nel 2018 la sezione CAI di Viterbo ha stipulato una convenzione con il Comune e la Pro Loco di Orte per la realizzazione, la gestione ed il monitoraggio della rete sentieristica e della viabilità minore nel territorio comunale.

Nel progetto sono state  coinvolte anche varie Associazioni di Orte, in particolare l’Associazione Orte GreenWay, che ha aderito al progetto sin dall’inizio e collabora attivamente alla tracciatura e tabellazione dei sentieri.

A seguito della stipula della convenzione sono iniziate le attività di ricognizione sul territorio per collegarlo con la vasta rete di sentieri CAI di interesse turistico e culturale della provincia di Viterbo.

Da questo punto di vista, Orte rappresenta un importantissimo snodo in quanto tappa della Via Amerina proveniente da Amelia e diretta a Vasanello, e punto di partenza del sentiero CAI n.103 dalla Stazione di Orte Scalo.

Il sentiero 103 permetterà agli escursionisti che raggiungeranno la nostra provincia con il treno, di scendere alla Stazione di Orte e, facendo tappa a Vasanello e a Soriano nel Cimino, raggiungere il Monte Cimino, la Riserva del Lago di Vico per poi arrivare a Vetralla e riprendere il treno.

Proseguendo  oltre, il sentiero raggiunge la Necropoli di San Giuliano, Barbarano Romano ed il Parco Marturanum.

 Il progetto finale del CAI di Viterbo e’ di proseguire il sentiero fino a Monteromano e a Tarquinia.

Un sentiero particolarmente suggestivo  e’ quello che parte da Orte Scalo ed arriva ad Orte Centro Storico  passando per i ruderi della Torre di Bofo, la Necropoli di San Bernardino e la Chiesa della Trinità.